Faenza. Un contenitore culturale e di eventi relativi al buon vivere a Faenza e dintorni: così si può definire il Maggio faentino, contenitore alla sua prima edizione, patrocinato dall'Unione dei Comuni della Romagna faentina e supportato dal Comune di Faenza, che ha come obiettivo fondamentale quello di fornire una visione d'insieme riguardante le potenzialità culturali e turistiche del territorio faentino, capace di reinventarsi di anno in anno e di offrire al pubblico sempre più occasioni di partecipazione e divertimento.

Da chi ne fa parte, Maggio faentino viene definito “un racconto”: un racconto di cinque eventi che si terranno nel mese di maggio, “un mese molto intenso e ricco di attività nella nostra città”, commenta il sindaco Malpezzi, presente alla presentazione del progetto. Cinque sono gli appuntamenti da non perdere, in un continuum fra musica, arte, sport, cultura, ceramica ed enogastronomia.

Si partirà dal 10 al 13 maggio a Castel Raniero con “La musica nelle aie”, spostandosi in seguito nel cuore di Faenza con “Distretto a weekend” (cena itinerante ed eventi ad essa correlati durante il weekend del 18-20 maggio) parallelamente a “Buongiorno Ceramica!” (19-20 maggio), per terminare il 26-27 maggio con “La 100 km del Passatore” assieme a “BorgoIndie”, che si terranno rispettivamente a Faenza e a Brisighella.

Si passa quindi dagli spazi aperti in mezzo alla natura di Castel Raniero, passando per gli appennini e le colline di Brisighella, fino ad arrivare ai luoghi artistici e storici e alle botteghe e ai laboratori ceramici della città di Faenza , seguendo un unico filo conduttore che vuole toccare I 5 sensi di chi vi partecipa, facendo sì che possano venire apprezzate specialità locali di enogastronomia, la musica, le bellezze artistiche e le eccellenze del territorio, creando inoltre opportunità di aggregazione, divertimento e condivisione a 360°.

(Annalaura Matatia)