Imola. E' stata Anna Pariani, già capogruppo regionale del Pd, ora uscita dal partito per votare Liberi e Uguali alle elezioni politiche del 4 marzo a lanciare un post interessante su Facebook: “Abbiamo fatto governi con Monti Verdini e Alfano e ora tutto questo pudore per i 5stelle?”. Il post ha ricevuto il segnale positivo di diverse persone note del mondo della sinistra imolese quali Angelo Gentilini e Rita Soccorsi, ma il nient nei commenti di meno di una decina di militanti Pd. In ogni caso è positivo che su un argomento così importante anche a Imola, dove avviene raramente e spesso tutti si allineano sulle posizioni del capo che pare nel Pd essere ancora il senatore di Scandicci Matteo Renzi, si sia cominciato a discutere.

La Pariani ha replicato: “Io invece non mi sono mai sentita rappresentata da Matteo Renzi e non sono mai stata di sinistra estremista ma riformista come tanti che nel Pd non si riconoscono più, Romano Prodi compreso. Infatti non posso riconoscermi nel partito di Renzi, che è estremista in quanto è un partito del capo. Il paradosso è che il Pd è diventato un partito del leader e il M5S ha smesso di esserlo. Poi certo, anche i grillini hanno enormi problemi di trasparenza (più o meno come il finanziamento della Leopolda)”.