Imola. Saranno Daniele Marchetti (nella foto) e Simone Carapia le teste di lista della Lega Nord, che si confermerà come alle politiche del 4 marzo certamente il partito più forte del centrodestra che appoggia il candidato sindaco Giuseppe Palazzolo alle elezioni amministrative del 10 giugno. Proprio la Lega ha spinto affinché Palazzolo, con una storia che viene dal centrosinistra, fosse il candidato sindaco.

I due che comandano la lista con Alberto da Giussano hanno due storie diverse. Marchetti è un leghista della prima ora, ma è già in consiglio regionale da quattro anni. “Mi candido anche a Imola perché è il desiderio che finora ho avuto di più e cinque anni fa non ci sono riuscito -. Le due cariche non sono incompatibili e mi farò in quattro, se sarò eletto, per essere presente il più possibile a piazza Matteotti. Non vorrei mai deludere i cittadini che mi hanno votato”. Carapia è invece colui che, nel finale dello scorso mandato, dopo una serie di litigi con i vertici regionali di Forza Italia, si è messo la camicia verde e potrebbe attirare preferenze dal resto del centrodestra. Manca invece dalla lista il segretario cittadino del Carroccio Marco Casalini poiché al momento è dipendente dell'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna per il gruppo della Lega Nord e in tale situazione le due cariche sono incompatibili.

Ecco gli altri nomi della lista: Ornello Amadei, Stefano Bartolini, Matteo Buscaroli, Mara Castaldi, Devis Dazzani, Ilyan Dosi, Debora Ferri, Renzo Gasperini, Franca Giannasso, Silvia Liverani, Antonella Mannarino, Ivan Miani, Fabio Morotti, Giuseppe Palcera, Christian Quartieri, Riccardo Roncassaglia, Maurizio Ronchini, Rachele Signorin, Giulia Tinarelli, Gian Luca Zappone e Milena Zoli.