Imola. Ancora una volta arriva a metà maggio il bando per la gestione del bar e, forse, della discoteca nel parco delle Acque minerali con l'obbligo di presentare le domande entro poco più di dieci giorni. Una scelta discutibile, ma non fatta a caso visti i vistosi problemi con i gestori precedenti, l'ultimo dei quali non ha ancora pagato.

“Area Blu ha pubblicato il bando per l'affidamento delle aree comprendenti la zona bar all'interno del parco delle Acque Minerali. Vista l'importanza che il parco riveste per la città e per i suoi cittadini, l'obiettivo è quello di garantire la fruibilità di tali aree e del servizio di somministrazione di alimenti e bevande per tutta la stagione estiva 2018 -. La concessione, che includerà tutte le attrezzature ivi esistenti, prevede un importo complessivo di 8.000 euro per l'intero periodo che va dal 5 giugno al 31 ottobre. La data di scadenza prevista per la presentazione delle offerte è il 24 maggio. Tutta la documentazione è consultabile sul sito www.areablu.com nella sezione Amministrazione trasparente.
Per qualsiasi informazione è possibile contattare il geometra Romano Andalò al numero 0542/689722″.

Visto così, pare l'ennesimo pasticcio. Ma il presidente di Area Blu Vanni Bertozzi spiega: “Siamo arrivati un po' lunghi a pubblicare il bando perché prima abbiamo cercato di capire chi poteva essre interessato a gestire la struttura quest'anno. Il prezzo particolarmente basso, è per bar e discoteca, ma qualcuno potrebbe essere tentato anche dal fatto di gestire solamente il bar, magari con serate di musica dal vivo non troppo alta che finisca entro l'una di notte mitigando in tal modo il problema del rumore per i residenti vicini. Tutto ciò in attesa delle decisioni della prossima giunta, la struttura della discoteca com'è ora non è più gestibile”.

Si vedrà se quest'anno le cose andranno meglio del 2017, peggio è quasi impossibile, rendendo fruibile alla sera un luogo caro agli imolesi di tutte le età nel parco più antico.

(m.m.)