Imola. Una giornata di grande festa per la più amata dagli imolesi, “la bicicletta”, rovinata proprio poco prima dell'arrivo di una tappa spettacolare dal maltempo con tuoni e fulmini. Nella mattinata del 17 maggio, il sole ha fatto capolino e all'autodromo sono arrivati, nella zona paddock dove si era posizionata la colorata carovana del Giro d'Italia, rigorosamente sul mezzo a due ruote tanti amatori della zona, uomini e donne che nei week-end partecipano con entusiasmo a numerose gare in cerca dei posti migliori per vedere i campioni transitare nel pomeriggio. C'erano pure parecchie scolaresche con bambini e bambine vestiti di rosa allegri e curiosi fra i vari stand degli sponsor che accompagnano la corsa partita quest'anno da Gerusalemme.

Dopo lo spuntino riservato a vip e giornalisti, il cielo è cominciato a diventare improvvisamente nero proprio poco prima che i corridori, che si stavano già dando battaglia sulla via Emilia con Wellens in fuga, entrassero per la prima volta nell'autodromo. Temporale pazzesco per una corsa che è diventata pazza e molto bella, anche se ha spento un po' gli entusiasmi dei tanti che erano sugli spalti. Solamente una parte, armata di ombrelli e cappucci, ha resistito fino in fondo ed è stata ripagata perché sulla salita ripida e corta dei Tre Monti sono scattati Mohoric e Carlos Betancur che sono rimasti davanti a un ridotto gruppo con tutti i migliori della classifica generale fino all'entrata nel circuito per la seconda e definitiva volta. I due erano ancora davanti a circa 300 metri dal traguardo quando l'irlandese Sam Bennet ha piazzato un imperioso sprint riprendendoli e andando a vincere la dodicesima tappa con un braccio alzato.

A vedere la gara l'ex allenatore del grande Milan Arrigo Sacchi, Vittorio Adorni che 50 anni fa su questo circuito vinse il Mondiale di ciclismo professionisti e Roberto Conti che fu buon scalatore e compagno di squadra del mitico Marco Pantani. Presente pure un gruppo di politici locali, il senatore ed ex sindaco Daniele Manca con la candidata a sindaco del centrosinistra a traino Pd Carmela Cappello e i due consiglieri regionali dello stesso partito Roberto Poli e Francesca Marchetti. Visto pure in viale Dante un grande portamanifesti con una maxi-immagine della Cappello ormai in piena campagna elettorale per le amministrative del 10 giugno.

(m.m.)