Faenza. Una domenica fitta di appuntamenti nella città di Faenza: oltre al “Distretto a weekend” e “Buongiorno, Ceramica!”, il prossimo 20 maggio si terrà alla Biblioteca Manfrediana di Faenza “Bach Hausmusik”, il quarto e ultimo appuntamento della rassegna “Tasti”, il nuovo ciclo di concerti che l'associazione Collegium Musicum Classense destina alla riscoperta di strumenti a tastiera e al loro repertorio.
L'evento fa parte dell'iniziativa “la Biblioteca delle Meraviglie”, ed è dedicato alla famiglia Bach. Per l'occasione si esibiranno le due musiciste Rosita Ippolito (che suonerà la viola da gamba) e Valeria Montanari (al clavicembalo), che riprodurranno dei brani tratti dal quaderno di Anna Magdalena Bach, moglie del compositore e celebre cantante.

Un concerto che ci porterà nel salotto di casa Bach, per ascoltare le produzioni musicali composte e verosimilmente eseguite da Johann Sebastian e dai suoi numerosi figli. Il celebre compositore e musicista era a sua volta erede di una famiglia di musicisti, e continuò la tradizione coi suoi tre figli Wilhelm Friedemann, Carl Philipp Emmanuel e Johann Christian.
Fare musica nel salotto di casa o per il piacere di qualche nobile era sicuramente una delle attività che Johann Sebastian e i suoi figli praticavano: il concerto in Biblioteca è un piccolo spaccato delle loro composizioni e di una possibile mattinata di intrattenimento musicale in casa Bach.

L'evento musicale sarà preceduto dall'inaugurazione di un' esposizione dedicata a Romolo Liverani, lo scenografo romagnolo più importante dell'Ottocento e uno dei “vedutisti” più affascinanti e prolifici dell'epoca romantica. I suoi disegni, sciolti o legati in albi, costituiscono un corpus di inestimabile valore per la conoscenza del melodramma ottocentesco e per l'assetto urbanistico e architettonico del nostro territorio.
L'ingresso all'evento è gratuito.

(Annalaura Matatia)