Imola. La premiazione della sesta edizione del concorso “Ezio Pirazzini, protagonista di una passione”, aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori del circondario imolese, si svolgerà Appuntamento lunedì 21 maggio, a partire dalla ore 10.30, nella sala stampa dell'autodromo “Enzo e Dino Ferrari”. Da quest'anno il concorso, fino ad oggi riservato alle scuole superiori di Imola, si è allargato anche a quelle di Castel San Pietro Terme, ovvero l'istituto alberghiero “Scappi”, con l'obiettivo dal prossimo anno di coinvolgere anche quelle di Faenza, attraverso la società IF.

Dedicato alla memoria del giornalista sportivo imolese Ezio Pirazzini, il concorso è organizzato dall'Associazione mazionale atleti olimpici e azzurri d'Italia – sezione di Imola con in testa il presidente Moreno Grandi e Gianfranco Bernardi -, insieme alla figlia Gabriella Pirazzini, a Marco Isola e Vinicio Dall'Ara, e ad altri amici e colleghi del giornalista. L'obiettivo del concorso è quello di mettere in evidenza la passione legata allo sport, l'importanza delle discipline sportive e i principi che le ispirano, le strutture locali e l'offerta esistente, insieme alla capacità degli studenti di formulare tali concetti attraverso articoli, piccoli saggi o filmati. Questa sesta edizione ha come sottotitolo “Stili di vita, stili di sport: Highlanders o meteore?”

“La passione è una, ma il titolo si rinnova – spiega Gabriella Pirazzini -. Il premio “Ezio Pirazzini protagonista di una passione” declina infatti di stagione in stagione una traccia, che pur riferendosi strettamente al tema sportivo, vuole dialogare con l'attualità, il sentire comune, i dubbi e le riflessioni del quotidiano”.

Due le sezioni del concorso
Il concorso, diviso nelle due sezioni “articolo” e “prodotto multimediale”, prevede premi in denaro per gli studenti vincitori: al primo classificato andranno 300 euro; 200 euro al secondo e 100 euro al terzo; inoltre, sono previsti premi speciali per i lavori menzionati mentre a tutte le scuole degli studenti partecipanti andrà un contributo di 200 euro.

Alla scuola che avrà dato maggior rilievo al premio attraverso i lavori dei propri studenti sarà donato un premio davvero speciale: il “Gilet”, ovvero la riproduzione in ceramica del gilet a scacchi rossi che Ezio Pirazzini amava indossare, realizzata dall'artista Ermes Ricci, arricchita di papillon.

A giudicare i lavori pervenuti è stata una commissione composta oltre che dagli organizzatori del concorso, anche da alcuni giornalisti che sono stati i colleghi più cari ad Ezio Pirazzini, quali Pino Allievi, Raffaele Dalla Vite, Renato D'Ulisse, Beppe Tassi, e che saranno presenti per premiare i vincitori.

Alla cerimonia di premiazione è prevista la partecipazione, fra gli altri, di Stefano Mei, presidente nazionale dell'Associazione nazionale atleti olimpici e azzurri d'Italia e di Roberto Vanoli, vice presidente vicario della stessa associazione e dei rappresentanti di tutti gli sponsor ed enti patrocinatori.

Il premio è organizzato in collaborazione con Comune di Imola; Fondazione Cassa di Risparmio di Imola; Crame; Allianz Bank con i financial advisor Alessando Parra e Gabriele Accorsi; la BCC Romagna Occidentale; Con.Ami; Clai; con il patrocinio di Formula Imola società di gestione dell'autodromo; del QN il Resto del Carlino; TRC e di IF Imola Faenza Tourism Company. Si ringraziano Cia di Imola e Tenuta Poggio Pollino.