Imola. Dopo aver rinunciato ad apparire nelle prime iniziative pubbliche organizzate da associazioni imolesi, la candidata del centro sinistra Carmen Cappello ha dato il via alla sua campagna elettorale con un incontro di presentazione della coalizione di centro sinistra che si è svolto venerdì 18 maggio al Caffè della Rocca.
“Noi imolesi non ci siamo mai accontentati di restare dove eravamo arrivati e io un obiettivo me lo sono già data – ha affermato Cappello nel suo intervento -: Imola deve diventare in 5 anni il capoluogo della qualità della vita dell'Emilia Romagna. Imola deve tornare ad essere grande, senza timori e il mio progetto è di rendere questa città ancora più attrattiva per attrarre nuovi investimenti e creare lavoro per i giovani, imolesi e non. Ho discusso un piano straordinario di investimenti pubblici: è l'unica scelta possibile per rafforzare il concetto di Città pubblica. L' autonomia in materia di Sanità è per me intoccabile, è l'unica condizione per stare davvero al fianco delle famiglie. Così come voglio investimenti strutturati nella Scuola e nello Sport, che sono nostre eccellenze. Nelle infrastrutture, che sono da completare. Altrove ci prendono a modello, dalla scuola alla cultura, e dobbiamo esserne orgogliosi, come siamo orgogliosi del nostro progetto politico, che non è nato a tavolino o nelle stanze di Roma o Milano, ma che abbiamo fatto assieme alle persone. Abbiamo imprese che il mondo ci invidia, una scuola attenta e al passo con i tempi, abbiamo anche l'Università. E le nostre eccellenze in campo agroalimentare? Il turismo e l'autodromo? Abbiamo quindi una piattaforma che può offrire mille soluzioni e che da sempre diffonde il nome di Imola nel mondo”.

Un bagno di folla (amica) per lanciare una campagna elettorale partita a rilento e che la vede nel compito molto difficile di evitare il ballottaggio.
Intanto la candidata sindaco ha annunciato la sua presenza martedì 22 maggio, al centro sociale Zolino dalle ore 18.45 alle 20.30, all'iniziativa organizzata dall'associazione Perledonne, “per discutere di diritti delle donne, parità e contrasto alla violenza di genere, temi molto importanti anche per la nostra Comunità”.
Chissà se poi la Cappello parteciperà ad altre iniziative su temi altrettanto importanti organizzate da realtà più neutre rispetto a “Perledonne”.