Imola. E' Claudia Resta, 42enne maestra elementare alle scuole Rodari laureata in Scienza delle Comunicazioni, la candidata ad essere assessore alla Scuola nel caso il Movimento  5 stelle vincesse le elezioni amministrative del 10 giugno con probabile secondo round il 24 dello stesso mese. Viene da un'esperienza di cinque anni in consiglio comunale dove è stata nella commissione Scuola.

“Vogliamo investire molto sulla scuola – ha spiegato la Resta lunedì 21 maggio a un'iniziativa sull'istruzione dei pentastellati al centro sociale La Stalla – perché è lì che i nostri figli passano gran parte del loro tempo e i bambini sono il nostro futuro. Metteremo particolare attenzione sul tema della sicurezza degli edifici scolastici perché gran parte di questi non sono a norma e cercheremo di inserire fondi pure le visite ai musei e le scienze motorie, piscina e altre discipline utili per la formazione dei ragazzi. C'è stato un periodo nel quale il Comune metteva a disposizione parecchi pulmini per gli spostamenti, ma ultimamente sono ridotti al minimo e diverse classi sono costrette a spostarsi a piedi. Metteremo mano anche agli istituti comprensivi, ce ne sono alcuni con troppi studenti e con tanti stranieri che faticano a inserirsi e altri dove non c'è nemmeno un extracomunitario”.

“E' nostra intenzione pure dare un incentivo ai centri per la formazione professionale per diminuire il preoccupante fenomeno della dispersione scolastica – ha concluso l'aspirante assessore – e pure a disposizione degli adulti che sono rimasti disoccupati per la crisi economica che ha colpito anche il territorio imolese. Nell'artigianato ci sono buone possibilità di trovare un lavoro”.