Imola. Si è svolta sabato 19 maggio, allo stadio comunale “Romeo Galli”, la fase comunale dei Giochi Sportivi Studenteschi di atletica leggera riservata alle scuole secondarie di 1° grado, organizzata dall'assessorato allo Sport. Quest'anno la manifestazione si è svolta in via sperimentale di sabato, per dare più possibilità ai genitori di assistere alle gare dei propri figli. Sono stati circa 350 i ragazzi e le ragazze che, in rappresentanza delle scuole “Innocenzo da Imola”, dell'Istituto Comprensivo 1, con le scuole di Sesto Imolese e Mordano, “Sante Zennaro”, “Andrea Costa”, “Orsini” e “San Giovanni Bosco” hanno gareggiato nelle 5 discipline previste: metri 80, metri 800, salto in lungo, salto in alto, lancio del peso, oltre che nelle staffette.

Fondamentale per il regolare svolgimento delle gare e la riuscita della manifestazione è stata, come sempre, la collaborazione dell'Atletica Imola Sacmi-Avis, a cui va aggiunto il contributo del Gruppo Giudici Imolesi e il supporto dei volontari che tradizionalmente danno una mano per la piena riuscita dell'evento.

Le premiazioni delle diverse gare sono state effettuate man mano che terminava ogni singola specialità e veniva stilata la classifica relativa. A premiare sono stati il dirigente del Servizio Staff del Comune di Imola, Stefano Mirri, il rappresentante dell'Ufficio Sport del Comune, gli insegnanti di educazione fisica e il dirigente dell'Associazione Atletica Imola Sacmi Avis.

Al termine delle gare, i ragazzi si sono radunati sulla pista davanti alle tribune per la cerimonia della premiazione della terza edizione del Trofeo Domenico Dadina, nato per ricordare l'indimenticabile amico e collega, per tutti 'Dado' e il suo impegno a favore dello sport, in particolare lo sport fatto per passione e per far crescere sani i ragazzi. Il regolamento, messo a punto dai professori Gianni Ferrari e Gian Paolo Bettini, che l'Ufficio sport del Comune ringrazia per la preziosa collaborazione, premia la scuola che ottiene i migliori risultati considerando tutte le specialità e le categorie.

Il premio, vinto per il terzo anno consecutivo dalla scuola “Orsini” dell'Istituto Comprensivo n.7 è stato consegnato dai famigliari di “Dado”: la mamma Maria, le sorelle Daniela e Deanna e la nipote Pamela.