Non è un periodo felice per le scuole superiori del territorio del circondario. Dopo gli insulti omofobi a un professore gay avvenuti in una prima classe del polo tecnologico, ora è spuntata pure droga in una scuola non precisata durante controlli eseguiti con i cani dai carabinieri.

I carabinieri del Nucleo Cinofili del Comando Provinciale di Bologna sono arrivati in compagnia di Geko, Drago e Ronny, tre cani di razza: cane da Pastore Tedesco i primi due, Cace da Pastore Belga il terzo, specializzati nella ricerca delle sostanze stupefacenti. Il fiuto dei tre cani ha condotto i militari dell'Arma  all'interno di una classe e li ha aiutati a recuperare un frammento di hashish che era stato gettato per terra. A Castel San Pietro, invece, una studentessa maggiorenne è finita nei guai perché all'interno dello zaino, assieme ai libri e alla merendina, custodiva un pezzetto di hashish. Per la giovane è scattata una segnalazione alla Prefettura di Bologna per uso personale di sostanze stupefacenti.

Nell'ambito del ontrasto al traffico di droga, i carabinieri hanno anche denunciato due diciottenni italiani e sequestrato una ventina di grammi di sostanze stupefacenti. I due giovani, identificati qualche sera fa per le strade di Medicina, sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana e, uno di loro, anche di un coltello che aveva con sé. Per questo motivo, uno dei due diciottenni dovrà rispondere anche di porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.