Mordano (BO). Ilaria De Angelis, attrice e cantante, è la madrina del 35º Palio dei Borghi, in programma a Mordano domenica 3 giugno, alle 20.30 al campo sportivo, evento che conclude in grande stile la 37ª Sagra dell'Agricoltura, fra costumi d'epoca, sbandieratori, fantini.

In attesa della gara in pista, si può comunque affermare che questa edizione della Sagra dell'Agricoltura di Mordano ha visto una partecipazione enorme di pubblico, grazie all'alto livello del programma, che ha saputo proporre eventi per tutti i gusti, rivolto in particolare alle famiglie. Il tutto abbinato ad un'offerta gastronomica che sa portare in tavola il meglio in fatto di specialità romagnole.
Mentre in una quarantina hanno partecipato al “raduno dei cavalieri”, organizzato sabato 2 giugno, con la consueta passeggiata fra le vie del paese ed i sentieri attorno a Mordano.

La giornata e la madrina
Domenica 3 giugno la Sagra comincia alle ore 9, con il mercatino degli ambulanti in via Bacchilega. Poi alle ore 12 apre lo stand gastronomico (aperto anche in serata dalle ore 19). Alle ore 18.30 prende il via dal centro del paese il corteo storico, presentato da Mauro Marani, con l'esibizione degli sbandieratori di Castiglion Fiorentino, per la prima volta presenti al Palio dei Borghi, che raggiungerà il campo sportivo.

Qui, alle 19.30, è in programma una corsa dei somari con biroccino, che vedrà sfidarsi quattro somari di razza romagnola, provenienti da un allevamento faentino. Alle 20 i rappresentanti dei 10 borghi in costume sfileranno davanti al pubblico, con la presentazione dei fantini in gara ed il sorteggio per l'ordine di partenza al canapo, dove il via sarà dato dal mossiere Antonio Gagliardi di Asti, uno dei più esperti.

Madrina del Palio quest'anno sarà Ilaria De Angelis, attrice e cantante. Con importanti presenze televisive, teatrali, l'anno scorso terza classificata al Festival di Castrocaro, Ilaria De Angelis vanta una qualificata partecipazione nei più importanti musical degli ultimi anni, fra cui “Il Libro della Giungla”, “Dirty Dancing”, “Ghost” e “Notre Dame de Paris”, opera di Riccardo Cocciante per la regia di G. Maheu e W. Fowkes, nella parte di Fiordaliso. Nel suo ruolo di madrina è prevista l'interpretazione di alcuni brani proprio dal musical “Notre Dame de Paris”.

La pista preparata al meglio
Per creare le migliori condizioni possibili per la gara, da giovedì scorso gli addetti alla pista hanno cominciato a bagnarla per renderla più soffice. Il sole di questi giorni ha reso il terreno molto duro e per lavorare bene la pista domenica, bisogna che il terreno sia reso più morbido da tempo. Mentre domenica, almeno un paio d'ore prima della gara, comincerà la lavorazione vera e propria del terreno, per approntare al meglio la pista. Prima un erpice rotante, trainato da un potente trattore da 550 cavalli, lavorerà il terreno fino ad una profondità di 10 cm, poi un rullo packer provvederà a renderlo macinato e compattato.

Il via al 35.o Palio dei Borghi
Alle 20.30 saranno al canapo i 10 cavalli, montati “a pelo” da alcuni fra i migliori specialisti del settore, presenti ai palii più importanti in Italia, per sfidarsi in gara unica, su 3 giri di campo. Sono infatti attesi al via Simone Mereu, vincitore del Palio dei Borghi 2017, Iacopo Pacini, Massimo Columbu, vincitore a Mordano nel 2013 e nel 2014, Giacomo Lomanto, che ha vinto nel 2016, Salvatore Lomanto, Alessandro Colombati, Alessandro Chiti, grande veterano di questa pista, dove si è imposto per 4 anni a fila, dal 2000 al 2003, Fabio Ferrero, Stefano Piras e Simone Fenu.

I dieci fantini saranno abbinati ai dieci borghi di Mordano: borgo Caterina Sforza, Borgo General Vitali, borgo Ponte Fornace, borgo Mezza Luna, borgo San Germano, borgo Ponte Pilastrino, borgo San Bartolomeo, borgo Sant'Anastasio, borgo Stazione Posta, borgo Montebottone ed ai dieci sponsor, Banca di Imola, Valfrutta, Tor Meccanica, Cecchini Service, Eta Beta, Autogas Nord, Lisam, Wienerberger, Folli Breeding Farm e BMC.
A questo punto giù il canapo e via al 35º Palio dei Borghi, con i fantini lanciati al galoppo.