Imola. La Bim – Biblioteca comunale di Imola propone anche per l'estate 2018, “Freschi di stampa”, il consueto calendario di incontri con libri e scrittori che giunge quest'anno alla diciassettesima edizione. In questi diciassette anni gli imolesi hanno incontrato nel giardino della Biblioteca comunale tantissime personalità di primo piano della letteratura e della cultura italiana e anche quest'anno viene confermata la tradizionale programmazione con sette serate estive prestigiose e novità editoriali di grande richiamo. Gli incontri si svolgono alle 21. L'accesso è libero fino a esaurimento dei posti.

Martedì 12 giugno è in programma il primo appuntamento della rassegna. A Imola per la prima volta lo scrittore Lorenzo Marone, che affiancato dal giornalista Luca Balduzzi presenta il suo quarto romanzo Un ragazzo normale (Feltrinelli 2018). Lorenzo Marone (Napoli, 1974), laureato in Giurisprudenza, ha esercitato per quasi dieci anni la professione di avvocato. Autore di successo, ha pubblicato La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015), premio Stresa 2015, premio Scrivere per amore 2015, premio Caffè corretto Città di Cave 2016, quindici edizioni in Italia, quindici traduzioni all'estero e un film, La tenerezza, con la regia di Gianni Amelio, La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi, 2016), premio Como 2016, e Magari domani resto (Feltrinelli, 2017), premio Selezione Bancarella 2017.

Martedì 19 giugno la rassegna prosegue con un'ospite d'eccezione, Fausta Garavini e il suo ultimo romanzo Il tappeto tunisino (La nave di Teseo 2018). un romanzo famigliare la cui protagonista, come la scrittrice, proviene dalla Romagna e guarda con nostalgia al passato della sua famiglia ad Alfonsine. L'autrice ne parla con Anna Folli (Università di Ferrara). L'incontro è realizzato in collaborazione con l'Associazione Focus D.

Martedì 26 giugno, in occasione di Imola in musica 2018 la rassegna prosegue con “Jazz e grande musica nera”. L'editoria italiana non riesce sempre a seguire puntualmente la notevole messe di contributi internazionali sul jazz e la musica afroamericana. La serata in biblioteca è dedicata a una riflessione sull'editoria italiana sul jazz, a partire dalla presentazione di due bei libri usciti di recente, Charles Mingus. L'uomo, la musica, il mito (Edt 2017) di Krin Gabbard e Grande Musica Nera. Storia dell'Art Ensemble of Chicago (Quodlibet 2018) di Paul Steinbeck. Mingus e l'Art Ensemble di Chicago sono certamente tra le figure più iconiche del rilancio della black music negli anni sessanta e settanta. Franco Minganti (Università di Bologna) ne parla con Francesco Martinelli e Claudio Sessa, curatori delle edizioni italiane dei due volumi.

Martedì 3 luglio si terrà il primo appuntamento nel mese di luglio, con un piacevole ritorno, Chiara Moscardelli (nella foto), una delle penne più frizzanti e apprezzate del panorama letterario italiano e il suo quinto romanzo Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli (Giunti 2018). Il rosa si tinge di giallo nella nuova esilarante serie della scrittrice romana, con un nuovo personaggio, la detective Teresa Papavero, a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma, luogo apparentemente tranquillo dove avvengono invece eventi misteriosi e imprevedibili colpi di scena. Insieme all'autrice a Imola il giornalista e scrittore Federico Baccomo.

Martedì 10 luglio un nuovo appuntamento con una scrittrice, Annarita Briganti che presenta Quello che non sappiamo (Cairo 2018), il suo terzo romanzo, dopo “Non chiedermi come sei nata (2014) e L'amore è una favola (2015). Un romanzo scritto in forma epistolare adatto ai nostri tempi, con i personaggi – Ginger e Paulo –che comunicano attraverso le email, che sono le lettere dei giorni nostri. La scrittrice conversa con Lidia Mastroianni di questo suo originale romanzo, ricco di citazioni letterarie e poetiche e di consigli di lettura, che parla del modo in cui interagiamo con gli altri e del modo in cui ci raccontiamo agli altri e a noi stessi.

Martedì 17 luglio la biblioteca ospiterà una scrittrice che grazie alle sue storie a tinte gialle, costellate di citazioni letterarie, si è fatta amare da lettori e librai, Alice Basso. La scrittrice parlerà con la giornalista Annarita Briganti di La scrittrice del mistero (Garzanti 2018), un nuovo romanzo che ha per protagonista la ghostwriter Vani alle prese con una vicenda che dimostra come scrivere un libro, risolvere un caso e accettare di essere innamorati risultano essere tre passi complicati ma insolitamente legati tra di loro.

Martedì 24 luglio è in programma l'ultimo appuntamento della rassegna. Lidia Mastroianni presenta Gian Mauro Costa, giornalista, regista, sceneggiatore e scrittore già affermato, con il suo ultimo romanzo Stella o croce (Sellerio 2018), l'esordio di un nuovo personaggio letterario, Angela Mazzola, giovane poliziotta di Palermo, definito da molti come un vero e proprio caso letterario. Sullo sfondo la città di Palermo, come nella trilogia che ha come protagonista il detective privato Enzo Baiamonte, Il libro di legno (finalista al Premio Scerbanenco 2010), Festa di piazza (2012) e L'ultima scommessa (2014).

Per tutto il periodo estivo (dal 15 giugno al 31 luglio e dal 22 agosto al 14 settembre) l'orario al pubblico della biblioteca sarà il seguente: dal lunedì al sabato 8.30 – 13 martedì 14.15 – 22.30 e giovedì 14.15 – 19. In agosto, dal 1° al 10 agosto, dal lunedì al venerdì 8.30 – 13, martedì e giovedì 14.15 – 18. I mercoledì, nelle sere del 20 giugno e del 11 luglio apertura serale dalle 20.30 alle 22.30.
Chiuso dall'11 al 21 agosto.