Imola. Sono 55.087 gli aventi diritto al voto, di cui 26.507 maschi e 28.580 femmine. I 18enni che voteranno per la prima volta (rispetto alle politiche del 4 marzo scorso) sono 170 (80 maschi e 90 femmine). Questi i numeri delle elezioni amministrative di domenica 10 giugno. Si voterà in giornata unica dalle 7 alle 23. I cittadini si recheranno alle urne per l'elezione diretta del Sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale.

Leggi come si vota >>>>>

Le sezioni sono 61 (all'interno di queste 61 ci sono anche i tre seggi speciali posti nella Casa di Riposo di Via Venturini; all'Ospedale di Montecatone e all'Ospedale nuovo). I presidenti di sezione sono 64 (61 più i 3 per i seggi speciali), 61 i Segretari, 250 gli scrutatori, di cui 244 nei 61 seggi ordinari e 2 per ogni nei seggio speciale.
Domenica 10 giugno, alla chiusura della votazione e dopo l'accertamento del numero dei votanti, comincerà lo spoglio del voto prima per il candidato sindaco, poi per le liste del Consiglio comunale, quindi per i candidati in Consiglio comunale con le preferenze loro attribuite.

Aperture straordinarie ufficio Elettorale
Per il rilascio delle tessere elettorali l'ufficio Servizi per il cittadino-Elettorale effettuerà le seguenti aperture straordinarie: venerdì 8 giugno – ore 9.00-18.00; sabato 9 giugno – ore 9.00-18.00; domenica 10 giugno – ore 7.00-23.00.

Apertura palazzo comunale
Il palazzo comunale ed il suo centralino saranno aperti sabato 9 giugno dalle 7 alle 18 e domenica 10 giugno dalle ore 6 ad oltranza.

Diffusione dei risultati
Nel sito internet del Comune di Imola sono riportate tutte le informazioni utili al voto. Inoltre domenica 10 giugno vi saranno pubblicati i dati parziali sull'affluenza alle urne, che saranno rilevati alle ore 12 alle 19 ed i definitivi dell'affluenza alle ore 23. Successivamente alla chiusura dei seggi ed all'avvio dello spoglio, vi saranno pubblicati i dati relativi ai risultati, dopo la comunicazione alla Prefettura.
I cittadini potranno inoltre consultare i risultati, oltre che sul sito del Comune, anche sul tabellone cartaceo posizionato sotto il palazzo comunale, lungo il portico dell'ex 'Bar Bacchilega', compilato a metà e a fine spoglio (le stampe saranno apposte sui pannelli bianchi del cantiere ed i dati saranno confrontati con le elezioni amministrative del 2013).
Infine, nella Sala Giunta (di fronte al centralino) i cittadini potranno richiedere, al personale incaricato, le stampe dei risultati già pubblicati sul sito del Comune.

Assegnazione dei seggi in consiglio comunale
L'attribuzione dei seggi alle liste è effettuata dopo la proclamazione dell'elezione del sindaco. Non sono ammessi all'assegnazione dei seggi i candidati che abbiano ottenuto al primo turno meno del 3% dei voti validi e che non appartengano a nessuna coalizione di gruppi che abbia superato tale soglia.

Se viene eletto il sindaco al primo turno, alla lista o al gruppo di liste a lui collegate che non abbia già conseguito almeno il 60% dei seggi, ma abbia ottenuto almeno il 40% dei voti validi, viene assegnato il 60% dei seggi, sempreché nessuna altra lista o altro gruppo di liste collegate abbia superato il 50% dei voti validi

Se eletto il sindaco al secondo turno, alla lista o al gruppo di liste a lui collegate che non abbia già conseguito almeno il 60% dei seggi del consiglio comunale, viene assegnato il 60% dei seggi, sempreché nessuna altra lista o altro gruppo di liste collegate al primo turno abbia già superato nel primo turno il 50% dei voti validi.

Una volta determinato il numero dei seggi spettanti a ciascuna lista, sono in primo luogo proclamati eletti alla carica di consigliere i candidati a sindaco non risultati eletti alla carica più importante della città, collegati a ciascuna lista che abbia ottenuto almeno un seggio.
In caso di secondo turno, ovvero di ballottaggio, entro la domenica successiva al primo turno (una settimana), sono ammessi apparentamenti di lista fra i due sfidanti alla carica di sindaco e coloro che sono rimasti fuori da tale corsa a due.

Indicazioni per accompagnamento in cabina elettorale
Gli art. 55 e 56 del D.P.R. 30.3.1957 n. 361, prevedono la facoltà per coloro che si trovano impossibilitati per grave infermità fisica (cecità, amputazione delle mani, paralisi o altro impedimento di analoga gravità) ad esprimere personalmente il voto, di farsi accompagnare alla cabina da persone di fiducia, previa presentazione al Presidente del seggio di un attestato sanitario rilasciato da un medico della UOC Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl territoriale competente.

Si ricorda che le patologie che interessano la sfera cognitiva (demenza senile, disorientamento temporo-spaziale ecc.) non costituiscono presupposto valido per il rilascio del certificato.

L'art. 1 della L. 15.1.1991 n. 15 prevede inoltre la possibilità, per gli elettori non deambulanti e qualora la sede della sezione alla quale sono iscritti non sia accessibile mediante sedia a ruote, di esercitare il diritto di voto in altra sezione esente da barriere architettoniche, previa esibizione di attestazione medica sempre rilasciata dai medesimi ambulatori.
 
Per ottenere queste certificazioni, gli elettori interessati, potranno rivolgersi agli Ambulatori di Igiene e Sanità pubblica sotto indicati a partire da lunedì 28 maggio 2018 potranno rivolgersi alle seguenti sedi:

Imola Ospedale Vecchio, viale Amendola 8 – dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 9.

I degenti ricoverati presso il presidio ospedaliero di Imola dell'Azienda USL Ospedale Nuovo S. Maria della Scaletta, dovranno invece rivolgersi alla Direzione Sanitaria (piano intermedio della struttura ospedaliera)

Nella giornata di domenica 10 giugno 2018, gli elettori fisicamente impediti o non deambulanti, anche trasportati a mezzo ambulanza, potranno rivolgersi a:
Ambulatorio di Igiene e Sanità Pubblica Ospedale Vecchio, viale Amendola 8 – dalle 9 alle 12.30.