Imola. Ubriaco già alle 11 del mattino stava litigango con il gestore di un bar in via D'Azeglio perché voleva continuare a giocare alle slot machine nonostante avesse perso già circa 1800 euro. E' accaduto sabato 30 giugno quando la centrale operativa del 112 ha ricevuto la telefonata di un cittadino che riferiva di aver assistito a una discussione tra il gestore di un bar di via Massimo d'Azeglio e un cliente.

Questo, identificato in un trentanovenne di origine algerina, aveva dato in escandescenza perché, già ubriaco di primo mattino, non riusciva a sopportare l'idea di aver perso 1.800 euro alle slot machine e voleva continuare a giocare per recuperare la somma. L'uomo è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere poiché gli è stato attribuito pure il possesso di un coltello da macellaio di 34 cm che i carabinieri hanno rinvenuto nei pressi del bar e che, secondo le testimonianze, lo stesso aveva gettato qualche istante prima dell'arrivo della pattuglia.