I militanti del Carroccio hanno votato all'unanimità la nomina di Marco Casalini (nella foto da sinistra) nel corso del congresso della sezione imolese della Lega che comprende anche le sezioni dei Comuni di Mordano e Dozza. Ad affiancare Casalini nel Consiglio Direttivo del Carroccio saranno Riccardo Roncassaglia e Devis Dazzani anch'essi eletti nel corso del congresso.

Segretario Casalini, a Imola la Lega riparte dal 14,8% delle ultime amministrative: come commenta il risultato elettorale e dove pensa di poter riuscire a portare la Lega?
“Ritengo il risultato importante soprattutto alla luce di una grossa novità che senza il nostro apporto non sarebbe mai accaduta: per la prima volta il centrodestra è riuscito a presentarsi unito con un unico candidato. Il terzo posto non è certamente quello auspicato ma se guardiamo ai numeri di soli 5 anni fa non possiamo che essere felici del risultato”.

Quali le priorità di questo nuovo mandato?
“Gli obiettivi che intendo perseguire nel corso dei prossimi 3 anni, devo dire che sono diversi, a partire dall'impegno verso le prossime amministrative di Mordano e Dozza. Si tratta di territori importanti, la cui “conquista” elettorale è fondamentale per il cammino che ci porterà a vincere le elezioni del Comune di Imola fra 5 anni. Tra le altre cose, poi, mi preme aumentare il numero dei tesserati e dei simpatizzati del nostro territorio dando loro un luogo di ritrovo fisso sul quale poter contare. Anticipo che a breve inaugureremo la nuova sede della Lega di Imola”.

Che opposizione sarà quella ai 5 Stelle in Comune?
“Sarà un'opposizione senza sconti, costruttiva e critica. Porteremo avanti i punti del nostro programma e di quello di tutto il centro destra. Discuteremo e cercheremo di modificare ogni documento che ci verrà presentato e saremo sicuramente propositivi per il bene di tutta la comunità imolese”.