Imola. Un raffinato dipinto settecentesco appartenente alla casa museo di Palazzo Tozzoni ritrova vita grazie al contributo del Lions Club Val Santerno che ha voluto caratterizzare la propria attività 2017-18, presidente il dott. Gabriele Vassura, con un intervento rivolto al patrimonio artistico della città.

Si tratta di una tela raffigurante Maddalena penitente, opera dell'artista di origine austriaca Ignazio Stern che la dipinse durante il suo lungo soggiorno in Romagna, dove risedette dal 1713 al 1723, producendo opere tutt'ora presenti in chiese e dimore private della regione. Nello stesso Palazzo Tozzoni si trovano due suoi dipinti: un grande ovale con Santi in gloria, che occupa una parete del salone d'onore del palazzo e appunto la Maddalena penitente, un dipinto di più piccole dimensioni destinato alla devozione privata che mostra tutte le caratteristiche di eleganza, grazia e delicatezza proprie della migliore produzione di questo artista.

Il quadro, che non era mai stato restaurato, si mostrava scurito, con forti ossidazioni della vernice, cadute di colore e allentamento della tela. L'intervento, eseguito dalla ditta “Restauro opere d'arte” di Imola, sotto la direzione dei Musei civici, ha permesso di restituire al dipinto tutta la sua raffinatezza cromatica, la luminosità degli incarnati del volto e delle mani e la morbidezza della ombre, recuperando anche l'elegante cornice originale in foglia d'argento.
Il dipinto di Ignazio Stern sarà ricollocato al piano nobile del palazzo, all'interno di un salottino d'impronta settecentesca dell'appartamento della Veranda.

Il quadro restaurato è stato presentato ai soci del Lions Club Val Santerno in un incontro tenutosi a Palazzo Tozzoni ed ora è tornato ad arricchire il percorso della casa museo, che costituisce una realtà rara nel panorama nazionale, unendo la qualità del patrimonio storico artistico al calore di una dimora a lungo vissuta. Un bene prezioso e al tempo stesso fragile che necessita di attenzioni e cure come quelle che il Lions Club Val Santerno ha voluto riservarle con questo restauro.