Imola. Quando la prima palla di servizio funziona poco e si gioca contro un'avversaria molto regolare e grintosa, si finisce per perdere pur mettendo in mostra un buon tocco di palla pure a rete. Nel match serale agli Internazionali femminili di tennis a La Tozzona, la russa Samsonova si è dovuta piegare alla favorita francese Reix (nella foto) non tanto per la qualità del gioco della transalpina, quanto per una minore esperienza.

La francese ha giocato esasperando il suo dritto in top e il suo rovescio in back riuscendo a fare sbagliare la russa più del dovuto. Tuttavia la Samsonova ha buoni margini di crescita e se avesse avuto prima del finale il coraggio di proiettarsi più a rete, forse la partita avrebbe avuto un'altra storia. Ma con i “forse” non si fa la storia, specialmente nel tennis. Così la Reix si è imposta per 6-4 6-3 e sabato 21 luglio alle 20.45 affronterà in finale l'italiana Rubini davanti a un monumento del tennis mondiale come Nicola Pietrangeli che ritirerà il premio “Dadina”.

(m.m.)