Imola. Il monumento al Partigiano di Viale Dante è stato oggetto di una provocazione di pessimo gusto, fortunatamente senza provocare danni. La segnalazione è giunta all'Anpi da parte di un iscritto all'Associazione partigiani. “Ringrazio il compagno dell'Anpi che ci ha segnalato il fatto e la segreteria del sindaco che è prontamente intervenuta per rimuovere lo scempio – scrive Bruno Solaroli, presidente Anpli Imola – . Non possiamo tuttavia non esprimere sentita preoccupazione per un gesto grave, ma che non intendiamo enfatizzare, augurandoci che sia opera di qualche isolato balordo. Certamente il clima nel Paese non è dei più sereni. Ed è un clima che peggiora il tasso dei valori positivi”.

L'Anpi è impegnata “a combattere razzismo, violenza, illiberalismo e totalitarismo – continua Solaroli -. Per noi libertà, eguaglianza e solidarietà, piena convivenza ed educazione civile, sociale e politica, fanno parte della storia e dell'essere della città, e come tali vanno assolutamente e sempre difesi. Comunque segnaliamo il caso per lanciare un appello alla vigilanza e alla responsabilità comunitaria di una città come Imola, Medaglia d'oro al valor militare per attività partigiane”.