Faenza. Una nuova sfida che permette a tutti coloro che ne partecipano di sperimentare, creare e mettersi in gioco con una tecnica altamente specialistica. Una sfida a cui hanno aderito 220 artisti da tutto il mondo inviando le proprie opere a Faenza per partecipare alla seconda edizione del “Ceramic&Colours Award“, concorso internazionale capace di distinguersi dalle altre rassegne nel panorama del mondo ceramico per la sua impronta spiccatamente tecnica, capace di esaltare la competenza e la sperimentazione degli artisti.

In seguito, sono state selezionate 60 opere che saranno esposte, a partire da lunedì 6 agosto, nel salone delle Bandiere situato al primo piano del palazzo municipale di Faenza (piazza del Popolo 31), dove si potranno ammirare opere dei vari Paesi e continenti, che verranno premiate in occasione di Argillà (la celebre mostra mercato biennale che avrà luogo il weekend di settembre) sabato 1 settembre, alla presenza della giuria e dell'Amministrazione comunale, fra i patrocinatori dell'evento.

Il concorso è stato realizzato dall'associazione culturale “Faenza art ceramic center (Facc) il cui obiettivo è quello di sostenere e stimolare il mondo della ceramica artistica attraverso corsi di formazione e nuove opportunità di confronto, con un occhio privilegiato verso alcune parole chiave come “internazionalità”, “formazione”, “competenza”.

E' importante sottolineare che il numero dei partecipanti al concorso sia in continuo aumento: rispetto all'edizione 2016 sono infatti cento in più, più in Italia che all'estero in quanto la tecnica sperimentale da usare,quella delle“cristalline a grosso spessore”, capace di creare effetti vetrosi e suggestivi sulle opere sviluppata in Italia in particolare da Guerrino Tramonti.

(Annalaura Matatia)