La Regione Emilia-Romagna ha messo in campo un pacchetto di interventi che vale 9 milioni e mezzo di euro per continuare le opere di sicurezza del territorio dopo le piogge, le nevicate e il gelo dei mesi di febbraio e marzo scorsi. Tra i Comuni che ne beneficeranno anche Castel San Pietro e Monterenzio.

“Il piano conferma i fondi, promessi dal presidente Stefano Bonaccini per evitare l'isolamento di centri abitati e riaprire la viabilità dove già interrotta. Nel Bolognese sono in arrivo un milione e 110.460 euro per 17 interventi tra cui Castel San Pietro e Monterenzio – spiega la consigliera regionale Pd Francesca Marchetti (nella foto) che vive a Castel San Pietro –. Questo permetterà di intervenire anche sul ponte di via Mingardona, al confine sud fra i due comuni, che a causa dei danni provocati dalle piene del Sillaro, è stato chiuso al transito nel marzo scorso. Questo tratto di viabilità risulta assolutamente importante per le abitazioni circostanti, nonché strategico per alcune aziende agricole nelle vicinanze. L'intervento riguarderà la spalla e i muri d'ala del ponte Mingardona e il ripristino della strada d'accesso, per un importo di 240mila euro. La Regione attraverso questi interventi dà risposte concrete alle comunità colpite dalle conseguenze delle precipitazioni nevose abbondanti di febbraio e marzo. Permetteremo con questi fondi di assicurare un'importante boccata d'ossigeno ai bilanci degli enti locali, a fronte delle spese eccezionali legate alla rimozione della neve, e di rispondere alle principali criticità aperte con opere e lavori indispensabili per la sicurezza”.