Imola. Il Comune ha emesso un'ordinanza contingibile e urgente, a firma della sindaca Manuela Sangiorgi, che impone ai proprietari, possessori e detentori di terreni confinanti con la sede ferroviaria il taglio di rami, alberi e vegetazione secca, che interferiscono con la rete ferroviaria.
Nello specifico, l'ordinanza prevede che i suddetti proprietari, ciascuno per la particella catastale di propria competenza, debbano verificare e, ovunque occorra, eliminare i fattori di pericolo, provvedendo, “senza por termine alcuno al taglio dei rami ed alberi che si protendono verso le linee elettriche della ferrovia, e che possono in caso di caduta determinare un pericolo per la pubblica incolumità e interruzione di pubblico servizio; ed al taglio della vegetazione secca per scongiurare l'innesco di incendi con gravi conseguenze”.

L'ordinanza obbliga, inoltre, gli stessi proprietari, a mantenere nel tempo le distanze di sicurezza dalla sede ferroviaria delle piante o siepi che possono interferire con essa. L'apposita normativa (Dpr 753/1980 artt. 48, 52, 55) prevede infatti, come riporta l'ordinanza, “il divieto lungo i tracciati della ferrovia, di far crescere piante o siepi che possono interferire con la sede ferroviaria e che i terreni adiacenti, destinati a bosco non possono distare meno di 50 metri dalla rotaia più vicina, nonché prescrive il divieto di dare fuoco alle stoppie o accendere comunque fuochi in vicinanza della linea ferroviaria senza adottare tutte le cautele necessarie a difesa della sede ferroviaria e sue pertinenze”.
L'ordinanza del Comune prevede, infine, che “Rete Ferroviaria Italiana – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane dovrà provvedere con tempestività alla segnalazione di eventuali situazioni anomale, mediante indicazione precisa e dettagliata dei siti”.

L'ordinanza è stata emessa dal Comune “affinché siano posti in essere dai privati interessati, il taglio dei rami, alberi e della vegetazione che possono in caso di caduta anche per fenomeni meteorologici eccezionali o incendio interferire con la linea ferroviaria, al fine di scongiurare pericoli per l'incolumità pubblica”. Ed è contingibile (vista l'impossibilità di provvedere con gli ordinari mezzi offerti dalla legislazione) e urgente (in virtù della ragionevole previsione di danno incombente) alla luce della comunicazione di RFI – Rete Ferroviaria Italiana – dei giorni scorsi con la quale chiede ai sindaci dei Comuni nei cui territori passa la linea ferroviaria, di emanare un'apposita ordinanza contingibile e urgente in merito, visti il rischio di incendio, particolarmente possibile nella stagione estiva, anche in presenza di rami che si protendono verso la linea elettrica ed il rischio di caduta di rami o alberi provenienti da terreni privati, a causa di fenomeni meteorologici eccezionali. Con i prevedibili gravi effetti sul servizio ferroviario e per l'incolumità delle persone.

Ai trasgressori della presente ordinanza sarà inflitta la sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro fatte salve eventuale violazioni di carattere penale. Per ogni informazione ci si può rivolgere all'Ufficio Ambiente del Comune (via Cogne 2- tel. 0542 602283, pec urbanistica.ambiente@pec.comune.imola.bo.it).