Dozza. Torna il 22 e 23 settembre prossimi nel borgo medievale, FantastikA, la biennale d'arte del fantastico che dopo il grande successo degli anni scorsi, e la nascita di Fyrstan, il drago di Dozza, si presenta in questa 4° edizione con tante novità e un programma ricco di ospiti ed eccellenze. Prima tra tutte, proprio il risveglio del drago che dà il titolo a questa edizione, che sarà il protagonista di uno spettacolo unico il sabato sera, con tanto di danze e giochi di luce.

La novità più rilevante è il coinvolgimento del borgo intero. La kermesse di due giorni, infatti, quest'anno non solo riempirà la Rocca con mostre e artisti di prestigio internazionale, ma invaderà le vie e le piazze di Dozza con stand gastronomici tipici, artigianato di qualità e banchi a tema fantastico. Oltre la Rocca, ci saranno altri due luoghi strategici, entrambi lungo la via principale del borgo “via XX settembre”: il teatro comunale, che da pochi mesi ha inaugurato una nuova gestione, e la Tana del Drago, ove verrà inaugurato il Centro Studi Tolkieniani, primo nel suo genere in Italia e nel mondo. Rievocazioni e animazioni in costume intratterranno i visitatori nelle viuzze e nelle piazze, mentre saranno numerosi gli ospiti che interverranno per conferenze, artist desk, mostre, incontri e laboratori.
Come ogni anno sarà disponibile una navetta gratuita da Dozza a Toscanella.

Il Comitato organizzativo, (composto da Roberto Arduini, Sabrina Bassi, Ivan Cavini, Giuseppe Moscatello, Marco Pellizzola, Enrica Piancastelli, Davide Romanini e Agnese Tonelli) ha lavorato a un ricco programma che quest'anno avrà tematiche più vicine al filone horror, alle fiabe e ai robottoni giapponesi. Il programma definitivo verrà pubblicato tra qualche settimana nelle pagine ufficiali dell'evento. L'organizzazione è curata dalla Fondazione Dozza Città d'Arte in stretta collaborazione con l'Aist e il Comune di Dozza.

Info: www.fantastikadozza.comwww.fondazionedozza.it