Imola. Una replica dura e puntuta al comunicato stampa del Pd che annunciava le dimissioni da presidente del Con.Ami di Stefano Manara e lo ringraziava per il lavoro svolto. Il Movimento 5 stelle dice sostanzialmente l'opposto facendo capire chiaramente di non aver apprezzato per nulla ciò che ha fatto Manara alla guida della maggiore e più importante partecipata del Comune di Imola che ne controlla il 65% delle quote.

“Le nostre sollecitazioni nel senso richiesto dagli elettori hanno già portato alle dimissioni di Manara. Lo riteniamo solo un punto di inizio, i primi frutti di una stagione che intendiamo rendere lunga e prospera – sottolineano i pentastellati in uno scritto mandato dal vicesindaco e assessore alle Partecipate Patrik Cavina in accordo con la sindaca Manuela Sangiorgi e la giunta (nella foto) -. Venerdì prossimo 24 agosto, durante la riunione del consiglio di amministrazione del Con.Ami, saranno ufficializzate le dimissioni del presidente, Stefano Manara, anticipate a mezzo lettera di intenti nella giornata del 20 agosto. Sorvoliamo sulla particolare metodologia di comunicazione e divulgazione della missiva ai media, come sottolineato dagli stessi organi di stampa, rigorosamente a cura del Partito Democratico che ha governato Imola fino a pochi mesi addietro ed oggi elogia con determinazione il lavoro svolto da Manara nominato dall'ex sindaco Daniele Manca quasi 5 anni fa”.

Ma ecco il contenuto politico del comunicato del 5 Stelle: “Ci auguriamo e ci adopereremo affinché finalmente si apra una nuova stagione anche all'interno del Con.Ami che, ricordiamo per completezza di cronaca, nell'ultimo quinquennio non è risultato proprio impeccabile su più fronti di gestione: la nuova caserma dei Vigili del Fuoco di Imola è ancora ferma con le 4 frecce, via Selice (nonostante le innumerevoli proposte e sollecitazioni) ha riscontrato una progettualità sapientemente parcheggiata nel cassetto, per non parlare dell'assurdo ampliamento della discarica Tre Monti che ha portato una negativa ribalta al nostro territorio per i ricorsi vinti al Tar e al Consiglio di Stato dal Comitato Vediamoc Chiaro. Per concludere, anche l'Antitrust ha puntato la propria attenzione sul Con.Ami capeggiato proprio da Stefano Manara, lo stesso elogiato dal Pd”. Altro che apprezzamenti per il lavoro svolto!.

“Per cominciare, come gruppo consiliare del M5S, – concludono i pentastellati – chiederemo urgentemente la convocazione degli organi preposti, al fine di un attento esame delle criticità attualmente presenti nell'ente ed una verifica del piano industriale e della sua sostenibilità alla luce delle novità intervenute ed in un'ottica di governance ridisegnata. Il tutto nelle possibilità di convergenza fra le diverse componenti societarie rispetto ad un disegno comune e condiviso stando ai principi della massima trasparenza e del perseguimento dell'interesse collettivo, dei cittadini imolesi e degli altri comuni soci”.

(m.m.)

Abbiamo già iniziato, tanto che