Castel San Pietro Terme (BO). Grande protagonista del Settembre Castellano, assieme alla Carrera, il castrato è ormai qualcosa di più di una specialità gastronomica.
Certo la “Sagra della braciola” è la sua apoteosi, ma cerchiamo di capire meglio cos'è questa “braciola” che da decenni si festeggia a Castel San Pietro Terme?

Innanzitutto chiariamo subito una cosa: per i castellani la braciola è rigorosamente di castrato! Terra di mezzo fra Emilia e Romagna, con caratteristiche e sfumature tipiche di entrambe le macroaree tradizionali, divise fra discendenze longobarde e bizantine, a Castel San Pietro Terme la braciola è di succoso e saporito castrato di pecora.

La tipica cottura alla brace, però, non è l'unico metodo di preparazione per portare in tavola tutto il gusto della carne di castrato! Dal castrato si possono infatti ottenere numerose ricette diverse: un ottimo ragù per la pasta fresca, un arrosto delicato e saporito, la sorprendente salsiccia, l'indimenticabile spezzatino. Speciale è anche il tradizionale castrato sul girarrosto cotto in piazza nella notte precedente la giornata della Sagra della Braciola e distribuito direttamente in loco per tutto il giorno, insieme agli sfiziosi arrosticini.

Per tutto il periodo del Settembre Castellano i migliori piatti di castrato, a partire dalla braciola, si possono gustare alla “Locanda Slow, la vetrina della città” presso il parco Lungosillaro – Parcheggio viale Oriani, che offre l'ingrediente principale del Settembre Castellano, il castrato appunto, preparato secondo tutte le ricette della tradizione.

Non solo castrato. Il menù delle tipicità castellane da gustare alla Locanda Slow comprende non solo la braciola e gli altri piatti a base di castrato, ma anche salumi, formaggi, mieli e gli immancabili primi piatti della tradizione emiliano-romagnola.

Ma il castrato non è solo in Locanda. A Castel San Pietro Terme il castrato e le altre eccellenze castellane scendono in tavola tutto l'anno grazie a ristoranti, trattorie ed agriturismi tradizionali della città, che hanno aderito al progetto enogastronomico di promozione delle eccellenze castellane proprio della Locanda Slow: Agriturismo Molino Nuovo, Osteria Da Valentino, Ristorante La Torretta, Trattoria Cicceria, Osteria Da Cesare, Osteria Il Sapore Antico, Ristorante Terantiga, Trattoria Romagnola, Trattoria Le Marzoline.