Imola. Cinquanta anni e non dimostrarli. Dal 21 al 23 settembre si terrà all'autodromo “Enzo e Dino Ferrari” la manifestazione la manifestazione 1968-2018: Adorni, mezzo secolo iridato, in ricordo della vittoria iridata del campione italiano Vittorio Adorni sul circuito dei Tre Monti.

Venerdì 21 settembre si comincia a suon di musica con il concerto alle 21 della Filarmonica Imolese all'Autodromo, ad ingresso gratuito, all'interno del Museo 'Checco Costa'. La scaletta prevede musiche di Puccini (Nessun dorma), Verdi (Aida – marcia trionfale), Rossini /Gazza ladra), Henghel Gualdi, Ennio Morricone, Frank Sinatra e altri grandi della musica.

Sabato 22 settembre sarà il giorno delle due ruote. Al mattino, la Ciclistica Santerno Fabbi Imola darà la possibilità a bambine e bambini dai 7 ai 14 anni di provare una vera bicicletta da corsa, affrontando una gimcana su un percorso protetto disegnato in prossimità del Museo Checco Costa. I partecipanti saranno affiancati dagli istruttori -riconosciuti dalla Federazione ciclistica italiana- volontari della Ciclistica Santerno Fabbi Imola, società sportiva fondata nel 1995 che svolge attività ludica, agonistica ed organizzativa nelle categorie ciclistiche giovanili.
Nel pomeriggio Appennino Bike organizza un raduno in mtb con partenza alle 15.30. Il ritrovo è presso la sede di Bike Passion/piazza Ayrton Senna, si entra in autodromo e si percorre il tracciato fino alla variante alta dove si esce per imboccare il giro dei Tre Monti, si percorrono poi strade sterrate e bianche sulle colline sopra all'autodromo per ritornare in piazza Ayrtoon Senna/Bike Passion.

Domenica 23 settembre è il grande giorno nel quale è prevista la cerimonia di premiazione di Vittorio Adorni. A partire dalle 10.30, si svolgerà la rievocazione del giro ciclistico dei Tre Monti con la collaborazione di Bruno Brusa del Crame, che farà sfilare auto storiche con a bordo i componenti della Nazionale di ciclismo del 1968 che saranno presenti ad Imola quel giorno.
Sono attesi Vittorio Adorni (iridato 1968), Michele Dancelli (3° classificato), Morena Tartagni (3° classificata al Campionato del Mondo di Ciclismo Femminile su strada e prima donna italiana a salire sul podio mondiale), Franco Balmanion, Franco Bitossi, Lino Carletto, Ugo Colombo, Tommaso De Prà e Felice Gimondi. Non potranno essere presenti Gianni Motta (per impegni precedenti) e Vito Taccone (purtroppo scomparso nel 2007).

A seguire, all'interno del museo, prenderà il via la consegna di premi e medaglie agli ospiti, con la consegna da parte della sindaca Manuela Sangiorgi del “Grifo Città di Imola” ad Adorni.
Oltre ai campioni della nazionale del 1968, hanno già confermato la loro presenza numerosi ex corridori romagnoli: Roberto Conti, Michele Coppolillo, Daniele Caroli, Gino Cavalcanti, Giancarlo Ferretti, Fabiano Fontanelli, Renato Laghi, Fabio Patuelli, Roberto Pelliconi, Luigi Sarti e Gilberto Vendemmiati.