Lugo (Ra). Continua il gioco delle vere o verosimili informazioni sugli schieramente elettorali per le prossime elezioni comunali Ora si parla di un accordo praticamente fatto fra “La buona politica” di Silvano Verlicchi e la Lega. Ne abbiamo parlato con Mario Betti un vecchio saggio della politica lughese. “Non so se quel che dici è vero, dico solo che una soluzine positiva per il centrosinistra poteva esserci se tutti avessero fatto un passo indietro, da Ranalli, Verlicchi e tutto il gruppo dirigente del Pd lughese (ora anche senza segretario).”

Ma perché tutto ciò non è stato possibile?
“Perché i soggetti in campo pensano di avere solo ragione e quindi il confronto è estremamente difficile: Inoltre abbiamo un Pd rancoroso, troppo legato a vecchi schemi e incapace di cogliere le novità.

Lei ha provato a muovere le acque.
“Ho partecipato al tentativo di costruzione di una lista civica, ma credo che quel progetto non sia stato compreso e che troppi preferissero non capire. Era un tentativo per tenere insieme le varie storie del centrosinistra e costruire un programma fra protagonisti liberi, e non condizionati da pregiudizi inattuali.”

E allora, che succede?
“Io vedo una sola strada per salvare il centrosinistra: Ci deve essere un dialogo serio e franco fra il Pd la lista per 'La buona politica” con la mediazione della lista civica. Credo anche che il candidato sindaco debba essere indicato da 'La buona politica'.”

(m.z.)