Imola. “Italia in Comune”, il nuovo partito di cui è presidente il sindaco di Parma Federico Pizzarotti (ex Movimento 5 stelle, ndr), fonderà una delle sue sezioni in città sabato 6 ottobre in via XX Settembre 10 alle ore 15.

La coordinatrice circondariale è Giuseppina Brienza (nella foto), assessore alla Scuola col sindaco Daniele Manca e animatrice della lista civica “Imola Futura” che alle elezioni comunali dello scorso giugno sostenne, perdendo, la candidatura a sindaco del centrosinistra di Carmela Cappello. “Italia in Comune è un partito europeista che si basa sulle esperienze concrete di governo di sindaci come Pizzarotti che conosco come persona intelligente, capace e poco ideologica – sostiene la Brienza -. Ho aderito al progetto che a livello nazionale si basa su una rete di movimenti civici e ha una carta dei valori per me del tutto condivisibile, a partire dall'europeismo, per la valorizzazione della bellezza e della cultura che ci sono in Italia, contrario ai populismo e quindi certamente non collocabile a destra su posizioni vicine a quelle della Lega”. E, aggiungiamo noi, nemmeno del Movimento 5 stelle che Pizzarotti venne ad appoggiare a Imola nell'imminenza delle elezioni amministrative del 2013, ma che poi lasciò dopo forti polemiche.

Allora “Italia in Comune” sarà un partito vicino al Pd? “Questo ancora non si sa – risponde la Brienza – perché si sta radicando ora in diverse realtà quali Genova e Padova, oltre ad avere il suo 'cuore' in Emilia-Romagna dove è nato. Ma non è detto che si presenterà alle elezioni regionali del prossimo anno”.

Pizzarotti dunque sabato 6 ottobre sarà a Imola insieme con una ventina di cittadini, in gran parte avevano aderito a “Imola Futuro” alle elezioni amministrative, e sarà presente pure il deputato eletto a Imola Serse Soverini, che al momento è iscritto al gruppo misto della Camera.

(Massimo Mongardi)