Imola. La cappella al piano terra dell'ospedale Santa Maria della Scaletta chiusa alla sera. Secondo voci raccolte dalla Lega “La cappella, nella quale un sacerdote che viene da una parrocchia esterna del quartiere Pedagna celebra la Santa Messa, è così chiusa per diverse ore nel corso delle 24 ore per motivi incomprensibili. Sembrerebbe che la novità derivi da un gesto vandalico, attuato da un senzatetto che usava gli spazi interni dell'ospedale ed in particolare la cappella religiosa come rifugio notturno, e che in risposta ha ottenuto la chiusura dello spazio che, a nostro avviso, dovrebbe essere fruibile sempre. Il servizio d'ordine interno all'ospedale ha segnalato questi problemi? Si è intervenuto per evitare che gli spazi dell'ospedale venissero utilizzati a sproposito? Quanto spende l'azienda sanitaria per la sicurezza e che risultati ha ottenuto?”

Interpellata, l'Ausl risponde: “E' doveroso precisare che la scelta della direzione di presidio di mantenere chiusa la Cappella dell'Ospedale nelle ore notturne (dalle 20 alle 6) non è dovuta al verificarsi di episodi di vandalismo, ma piuttosto all'opportunità di evitare che il luogo di culto, non frequentato dai fedeli nelle ore notturne, possa divenire un rifugio non sorvegliato per i senzatetto che saltuariamente, nei mesi invernali, frequentano gli ambienti comuni dell'Ospedale. Il tutto in previsione dell'attivazione di una modalità regolamentata dell'accesso alla struttura nelle ore notturne”.