Imola. Una cena per sostenere le battaglie contro la discarica. L'appuntamento è per venerdì 19 ottobre alle 20.30 all'agriturismo Frascineti, sulle colline imolesi. Organizzata dai comitati contrari all'ampliamento della discarica Tre Monti, la cena servirà per finanziare il fondo per le spese legali.

La causa è quella che ha già visto i comitati vincere al Tar felsineo lo scorso gennaio. Sentenza che ha provocato la chiusura del sito in attesa del ricorso proposto Ralla regione Emilia-Romagna e Con.Ami (il giorno dopo le elezioni del 4 marzo scorso, ndr).

La serata sarà anche l'occasione per i comitati (Legambiente Imola, Comitato osservatorio discarica, Gas Imola, Panda imola e Salviamo il paesaggio) per fornire aggiornamenti sullo stato della causa al Consiglio di Stato, la cui discussione è prevista per il prossimo dicembre.

Per la cronaca la sentenza appellata dalla Regione e Con.Ami riguarda la sopraelevazione del sito con la previsione di interrare 375mila tonnellate di rifiuti, anche speciali non pericolosi, nell'impianto di via Pediano. Previsione poi sonoramente bocciata dal Tar bolognese a seguito del parere negativo, e vincolante, del ministero dei Beni culturali. Giace invece ancora sul tavolo dell'ente di piazza Aldo Moro l'altra parte del progetto presentato da Herambiente: l'ampliamento da 1milione e 125mila tonnellate. Intervento che sta scontando tempi molti lunghi probabilmente in attesa della sentenza di dicembre che potrebbe mettere la definitiva parola fine all'interramento dei rifiuti sui calanchi della collina imolese.

“Il gruppo di cittadini e associazioni che ha ottenuto la chiusura temporanea della discarica raccoglie fondi… non aspettare, l'ambiente e la salute hanno bisogno adesso”,. si legge nell'invito alla cena.

(Verner Moreno)