Faenza. Installare nuove altalene, scivoli, casette di legno e giochi a tema: questo è l'obiettivo che il Comune si è posto per tutti I piccoli cittadini faentini. Un obiettivo realizzabile (come primo intervento) in seno al piano di rinnovamento e riqualificazione annunciato dall'Amministrazione comunale, una volta completato il censimento delle attrezzature ludiche su tutto il territorio comunale, che prevedeva la realizzazione di verifiche che portarono nei mesi scorsi alla rimozione, parziale o completa, di diversi giochi, in quanto logori e non più conformi alle norme di legge in tema di sicurezza. 

La fornitura e la posa in opera dei nuovi giochi a basso impatto ambientale e suddivisi per tipologia in base alle fasce d'età dei bimbi saranno garantite dalle ditte Holzhof di Trento e Legnolandia di Udine, che si sono aggiudicate i due appositi bandi, per un importo complessivo di circa 93mila euro.

Le zone verdi e non in cui verranno svolti I lavori sono le scuole materne “Rodari” a Cosina, con il contributo e la collaborazione del comitato genitori, “Il Girasole” in via Calamelli, “Charlot” in via Riccione, “Stella Polare” e “Dente di Leone” in via Ravegnana e la scuola “Carchidio”; per quanto riguarda gli spazi verdi invece verranno rinnovati I giochi del Parco Mita in via Filanda Vecchia, del Parco della Commenda in corso Europa, dell'area verde di Piazza Giani, del Parco Baden Powell di via Lacchini, il giardino di via Laghi, del parco di Piazza Dante, del parco Tassinari in via Cavour, del giardino Orti San Rocco in via Ravegnana, mentre delle zone limitrofe verranno coinvolte l'area verde di Marzeno, il parco di Reda e il cosiddetto “Pratone” a Granarolo Faentino.

(Annalaura Matatia)