Erano riusciti a truffare diversi commercianti della Vallata del Santerno distraendoli al momento del pagamento in contanti con il resto. L'attività illecita di tre giovani rumeni è stata interrotta il 2 ottobre dai carabinieri della stazione di Fontanelice che venuti a conoscenza dei fatti avevano avviato le indagini, riuscendo ad individuarli in brevissimo tempo. In molti sono caduti nella trappola dei tre malviventi e alcuni negozianti si sono già rivolti ai carabinieri per sporgere querela. Quelli che non lo hanno ancora fatto, possono recarsi presso qualsiasi caserma dell'Arma, così da permettere agli inquirenti di rafforzare l'attività investigativa e contribuire ad assicurare alla giustizia i tre malfattori già denunciati, nei cui confronti è già stata richiesta la misura del “Foglio di via” dai Comuni interessati.

Il quarto, un giovane marocchino residente a Imola, è stato individuato e bloccato da un carabiniere libero dal servizio (effettivo alla stazione carabinieri di Imola) che il 2 ottobre nel pomeriggio lo ha visto e riconosciuto mentre strappava di mano la borsa a una donna che stava passeggiando in via Domenico Rivalta. Vedendosi rincorso e bloccato dal militare, il malvivente è stato costretto a sbarazzarsi della refurtiva, gettandola per terra, riuscendo a fuggire. La borsa è stata restituita alla vittima.