Imola. I dirigenti e i docenti delle scuole Imolesi sono stati invitati nella sala del Ridotto del teatro Comunale “Stignani” dall'Amministrazione Comunale per la presentazione del Progetto “Sante Zennaro: Bene Comune”. Ha aperto l'incontro l'Assessora alla Scuola Claudia Resta, che ha voluto porgere al mondo della Scuola il proprio saluto e quello della Sindaca Manuela Sangiorgi. Hanno poi presentato il Progetto la Presidente dell'Associazione PerLeDonne, promotrice del progetto stesso, Maria Rosa Franzoni e la Responsabile Amedea Morsiani.

E' stata tracciata l'evoluzione del Sante Zennaro da un punto di vista storico, artistico e sociale, con particolare attenzione alla storica rivoluzione culturale realizzata a Imola rispetto al disagio mentale dei minori, che, grazie ad un contesto particolarmente sensibile all'operato di un Direttore quale Eustachio Loperfido, con la sua rivoluzionaria neuropsichiatria infantile ha saputo porre sul nostro territorio le fondamenta di una cultura innovativa di cura e inclusione rispetto alla chiusura e contenzione precedenti, creando le premesse, affinché nel 1973 la Provincia chiudesse l'Impp (il manicomio dei bambini), quando a livello nazionale la legge Basaglia, per la chiusura dei manicomi, arrivò nel 1978. Dopo una breve sintesi informativa particolarmente riferita ai punti interessanti per sviluppi e approfondimenti da parte di studenti e insegnanti, l'impegno preso è stato di inviare a tutte le scuole imolesi il progetto articolato anche nei dettagli degli obiettivi e delle azioni, per esplorare e raccogliere gli interessi che potrebbero emergere da parte delle scuole, al fine di costruire percorsi condivisi di lavoro per i prossimi mesi.