Faenza. “Dopo di noi”: questo è il titolo del progetto, reso pubblico tramite bando da parte dell'Asp faentina, volto a tutelare le persone diversamente abili favorendo l'attivazione di misure per il benessere, l'inclusione sociale a 360° e l'autosufficienza, ove possibile, delle persone con disabilità.
Tramite la delibera 733 del 2017, la Regione ha stanziato 128 mila euro destinati interamente al distretto faentino; 78mila di questi verranno utilizzati per azioni e interventi di sostegno, mentre i restanti 50mila per interventi di adeguamento strutturale.

Per l'attuazione, l'Unione della Romagna faentina ha incaricato l'Asp faentina, mentre la programmazione e la pianificazione rimangono competenze dell'Unione e all'Ausl Romagna. E' inoltre importante sottolineare che il “Tavolo territoriale delle disabilità” (che riunisce a sua volta altre 8 associazioni del settore disabili) si è riunito con l'Asp della Romagna faentina, programmando sperimentazioni per l'autonomia abitativa in funzione del graduale accompagnamento all'uscita dal nucleo familiare di origine, servizi di assistenza domiciliare, forme di inserimento temporaneo in soluzioni abitative extra familiari e programmi di accrescimento della consapevolezza per lo sviluppo dell'autonomia personale.
Come sedi “papabili” per queste iniziative di inclusione sociale sono stati individuati due locali (rispettivamente di 100 e 80 metri quadri) nello stabile di proprietà dell'Asp della Romagna faentina in via Fornarina.

Le domande dovranno essere consegnate a mano all'ufficio protocollo dell'Asp della Romagna faentina in piazza San Rocco dalla stessa persona, da famigliari o legali rappresentanti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e il martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30. Maggiori informazioni sul bando www.aspromagnafaentina.it. Il termine ultimo per la consegna delle domande è mercoledì 24 ottobre 2018 .

(Annalaura Matatia)