Faenza. Una mostra di ceramiche destinate a fini benefici: si conclude il prossimo weekend alla Bottega Bertaccini la mostra di ceramiche realizzate da Laura Montuschi, artista faentina venuta a mancare il 25 settembre scorso, cinque giorni prima dell' inaugurazione della mostra (lo scorso 30 settembre, ndr). Faentina, classe 1925, Laura Montuschi ha frequentato l'Istituto d'Arte per la Ceramica G. Ballardini, collaborando nell'immediato dopoguerra con il maestro Angelo Biancini.

In questa mostra (che resterà aperta fino al 27 ottobre nei seguenti orari: 9,30-12,30 / 15,30-19,30) viene presentata una selezione di opere recenti, bassorilievi, piccoli monili e oggetti d'arredo che rivisitano l'antica tecnica del colombino, assieme ad alcuni oggetti realizzati nell'immediato dopoguerra.

Nonostante la scomparsa improvvisa, le idee dell'artista sono sempre state chiare, oltre che le medesime: il ricavato dalla vendita delle sue ceramiche (che verranno battute a un'asta pubblica il 27 ottobre alle ore 17 presso la Bottega Bertaccini in Corso Garibaldi) sarà destinato alle attività di Cosmohelp, associazione onlus. Banditore d'eccezione per questo evento sarà Giovanni Rosti, presidente di Cosmohelp.

(Annalaura Matatia)