E' in arrivo a Faenza Chocomoments, la manifestazione interamente dedicata al cioccolato artigianale in tutte le sue forme, in programma da venerdì 26 a domenica 28 ottobre. Per tutto il fine settimana piazza della Libertà ospiterà show cooking, lezioni di cioccolato per adulti, laboratori per bambini e una mostra mercato sul cioccolato artigianale. Tra I momenti più attesi, la realizzazione di una tavoletta di cioccolato lunga ben 18 metri che tutti gli ospiti potranno gustare.

Gli stand della mostra-mercato resteranno aperti venerdì 26 ottobre dalle 15 alle 20, sabato 27 e domenica 28 ottobre dalle 10 alle 20; sarà quindi possibile gustare il ricco assortimento di praline, tavolette al latte, fondenti e aromatizzate, creme spalmabili, liquori al cioccolato, le torte Sacher e le fragole con panna e cioccolato caldo. Inoltre per gli amanti del “cibo degli dei” verranno realizzate sculture di cioccolato e tante raffinate creazioni, tutte da gustare.

Sabato e domenica, dalle 10 alle 12, gli adulti potranno imparare a produrre praline e cioccolatini partecipando ai corsi di lavorazione del cioccolato per principianti, a cura dei maestri cioccolatieri Chocomoments (costo di 30 euro a persona prenotazione obbligatoria); sempre il 27 ottobre alle 15 si terrà il cooking show sulla realizzazione della Pralina di Faenza. Domenica alle 15 verrà preparata una una torta Sacher, mentre alle 18 il più grande pasticcere (vincitore della seconda edizione dell'omonimo talent, ndr) Sebastiano Caridi terrà uno show cooking, mostrando al pubblico alcune delle sue creazioni.

Intrattenimento anche per i più piccoli con Choco Baby, spazio aperto tutti i giorni dalle 15.30 alle 17.30, nel quale è possibile improvvisare con il cioccolato, muniti di tutte le attrezzature necessarie: grembiuli, cappellini, guanti e strumenti per la lavorazione (costo 5 euro).
La festa del cioccolato coinvolge anche alcune attività commerciali faentine, legate strettamente a questo prodotto; per maggiori informazioni consultare il sito www.faenzacentro.it.

(Annalaura Matatia)