Imola. Nella seduta del 31 ottobre il consiglio comunale ha approvato, con i voti del Movimento 5 stelle, il Documento unico di programmazione (Dup) attraverso il quale si sancisce l'impegno concreto per la città.

“La realizzazione di un nuovo palasport in grado di ospitare eventi sportivi nazionali, spettacoli, concerti ed eventi, la nuova centrale di videosorveglianza con l'impiego di almeno 100 nuove telecamere, il rilancio dell'autodromo per un crescente indotto economico e turistico del nostro territorio – scrivono i pentastellati in un comunicato -. Questo solo per citare alcuni punti programmatici di rilievo. Il Dup che è stato votato ha accolto nove emendamenti delle opposizioni e ne avrebbe accolti altri se fossero stati presentati nei termini e con le modalità dovute. Tra gli emendamenti approvati non ne risulta nessuno da parte degli esponenti del Pd che, sbrigativamente, hanno etichettato il DUP a 'carta straccia'”.

“Il Dup  portato nell'aula consiliare – spiega il segretario reggente e consigliere comunale del Pd Roberto Visani – non è stato altro che la trascrizione del programma elettorale del Movimento 5 stelle solamente elencando obiettivi generici e senza alcun impegno di spesa. Non abbiamo voglia di farci prendere in giro, noi in questi mesi abbiamo proposto mozioni e commissioni come quella sulla Bretella dove ancora non si capisce cosa accadrà”.

“Bene l'accoglimento degli emendamenti che ho presentato per creare una rete tra il museo dell'autodromo e quelli civici della nostra città, così come esprimo tutto il mio apprezzamento per l'approvazione di un altro emendamento a mia prima firma per modificare il regolamento di gestione del gattile – ragiona il consigliere comunale della Lega Daniele Marchetti -. Sono deluso invece per il poco coraggio mostrato dalla maggioranza su infrastrutture e sanità. Peccato si è persa un'occasione importante”.