Imola. Premiazioni per il progetto “Digi e lode” di Hera relative al II quadrimestre dell'anno scolastico 2017 – 2018. Dopo la scuola secondaria di 1° grado San Giovanni Bosco, premiata all'inizio di ottobre, nei giorni scorsi sono state premiate anche la scuola primaria Pedagna e la scuola primaria Rubri. Complessivamente, sull'intero territorio servito, 20 scuole, di cui le tre di Imola, hanno ricevuto in totale 50.000 euro (2.500 ciascuna) dei 100.000 totali messi in palio nel primo anno di avvio dell'iniziativa. Su http://digielode.gruppohera.it/ è consultabile la graduatoria.
Ulteriori 50.000 euro erano già stati attribuiti la scorsa primavera, alle scuole rientranti nella classifica relativa al primo quadrimestre. Anche in quel caso vi erano rientrate tre scuole imolesi.

Digi e lode raddoppia
E nel nuovo anno scolastico Hera, alla luce dei bei risultati ottenuti nel suo primo anno di avvio, ha rilanciato “Digi e lode” mettendo nuovamente in palio 100.000 euro destinati a 40 scuole del territorio servito dalla multiutility in Emilia-Romagna, di cui 30 nei Comuni con più di 50.000 abitanti e 10 nei Comuni sotto i 50.000 abitanti.

L'iniziativa, lanciata nell'ottobre 2017, è nata con l'obiettivo di contribuire alla digitalizzazione delle scuole. Attivando servizi digitali messi a disposizione gratuitamente dall'azienda (come la bolletta elettronica, l'iscrizione ai Servizi Online o le app My Hera, il Rifiutologo e l'Acquologo), i clienti di Hera concorrono a costruire una classifica per fare vincere alle scuole del territorio servito le somme messe in palio dalla multiutility e destinate a finanziare progetti di digitalizzazione scolastica. I progetti vengono poi scelti in autonomia dagli istituti con l'obiettivo di dotarsi di strumenti innovativi sempre più necessari per sviluppare competenze in grado di affrontare i veloci cambiamenti che caratterizzano il mondo di oggi.

Basta un click
Il meccanismo di “Digi e lode” è semplice. Ogni volta che un cliente attiva uno o più servizi digitali messi a disposizione gratuitamente da Hera (bolletta online, domiciliazione bancaria, iscrizione ai servizi online, app interattive per gestione utenze, raccolta differenziata e servizio idrico, senza dimenticare l'autolettura digitale, ecc.), concorre a incrementare un punteggio che viene ripartito tra le scuole del suo Comune. Per il cliente, inoltre, è possibile scegliere la scuola cui attribuire il punteggio acquisito, attraverso l'indicazione direttamente sul sito web dedicato all'iniziativa, e in questo modo i punti acquistano un valore maggiore, venendo moltiplicati per 5 volte.

Il valore di questa iniziativa non è solo economico ma risiede anche nella costruzione di una collaborazione tra azienda, amministrazioni comunali, scuole e famiglie, in una logica di valore condiviso. Nell'intero anno scolastico 2017/18, il progetto ha avuto il patrocinio di 55 Comuni mentre sono 700 le scuole alle quali sono stati associati direttamente i punti da parte dei clienti Hera che hanno attivato un servizio digitale in questi primi quattro mesi. Una sinergia quindi che ha avuto successo.