Il sorriso che dona forza a chi gli sta vicino. Alessandro Di Mauro dieci anni fa è stato vittima di un gravissimo incidente, cadendo accidentalmente da una scogliera nel mare a Brucoli vicino alla natia Augusta. Un evento tragico e doloroso che ha cambiato la vita di Alessandro e dei genitori Gian Luca e Patrizia che, assieme ai fratelli Alessio e Andrea, si sono trasferiti da quasi dieci anni, poco dopo l'incidente, a Imola. Una scelta necessaria per consentire ad Alessandro di iniziare un lungo e difficile percorso di recupero nella struttura specializzata dell'ospedale per mielolesi di Montecatone sulle colline di Imola.

La famiglia lo ha seguito e accompagnato in ogni momento in questi anni, all'interno di un percorso molto difficile, irto di problemi. Alessandro, che oggi ha 24 anni, ha subito 34 interventi, innumerevoli ricoveri e lunghe degenze, ma è andato avanti, con la forza della vita, del suo cuore, del cuore dei genitori e dei fratelli che ne hanno fatto il cardine della famiglia.

Pur avendo perso la mobilità, Alessandro parla, comunica, anche con il computer attraverso lo sguardo e gli occhi, e riesce a sorridere, dando tanta forza ai familiari che da oggi potranno meglio aiutarlo negli spostamenti grazie al Fiat Doblò acquistato dalla Fondazione “Niccolò Galli” iniziativa a cui si è affiancata dal Rotary eClub Romagna che ha sostenuto le spese assicurative del mezzo. La consegna dei documenti è avvenuta in occasione dell'assemblea dei soci del Rotary eClub Romagna alla Locanda di Casa Spadoni a Faenza, con il presidente Tommaso Pirini, la presidente entrante Tiziana Casadio e il neo presidente eletto Daniele Tassinari.