Imola. Palazzo Dal Pero è pronto a ospitare aule normali, multimediali e laboratori a favore degli studenti della sede universitaria imolese dell'Alma Mater di Bologna dando più spazio e un'accoglienza ancora migliore ai giovani che hanno scelto il polo imolese. Il tutto grazie all'impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola il cui presidente Fabio Bacchilega sottolinea “come l'inaugurazione del palazzo, vicino alla sede storica di Palazzo Verspignani, avverrà il 5 dicembre in occasione dell'inizio del nuovo anno accademico alla presenza della sindaca Manuela Sangiorgi, del vescovo Tommaso Ghirelli e del Magnifico Rettore Francesco Ubertini. Il palazzo è stato sistemato secondo le migliori normative antisismiche eseguite da professori della facoltà di Ingegneria per un costo totale di circa due milioni di euro. Come nostra abitudine, coglieremo l'occasione per dare un premio in denaro ai migliori studenti di ogni corso di laurea”.

Soddisfatta la professoressa Patrizia Tassinari, che dirige il polo imolese che informa “come le nuove aule saranno molto adatte agli studenti che lavorano in gruppo. Avere a disposizione nuovo spazio comporterà un miglioramento della didattica in quanto ormai Palazzo Vespignani era un po' congestionato. Partirà pure il nuovo dottorato di ricerca in 'Salute, sicurezza e sistemi del verde'”.

A un anno dai festeggiamenti dei vent'anni di presenza dell'Alma Mater a Imola, la sede vede sia il consolidarsi dei corsi di laurea e laurea magistrale facenti capo alle aree di Agraria, Farmacia e Medicina e chirurgia, che la conferma dell'offerta formativa post laurea (master di primo e secondo livello e corsi di alta formazione) delle aree di Ingegneria, Veterinaria, Agraria e Farmacia. Offerta post laurea che a breve andrà ad arricchirsi ulteriormente con altre nuove proposte, tutte improntate ai temi che connotano la formazione universitaria a Imola. Da quest'anno la sede ospita anche un nuovo dottorato fortemente interdisciplinare e trasversale considerati gli obiettivi che si è posto. Una non semplice e ambiziosa sfida che sta rispondendo alle aspettative.

L'impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, che ha sempre trovato nell'Alma Mater pieno sostegno ai progetti proposti, prosegue con la stessa convinzione. E l'attenzione al merito degli studenti ancora una volta diventa occasione di premiazione dei migliori. Tanto impegno profuso per formazione, servizi agli studenti e ricerca, declinati attorno alle parole chiave sicurezza e salubrità nei luoghi di lavoro, piante e salute, tossicologia ambientale, tutela e cura della salute, verde e paesaggio. Tematiche tutte che, a vario titolo, si muovono nell'alveo della sostenibilità, nelle sue diverse accezioni.