Faenza si prepara all'arrivo del Natale e tra le varie iniziative è previsto anche un temporary shop della ceramica faentina in corso Mazzini 35, frutto di un'iniziativa ormai di successo e vincente dell'Ente Ceramica Faenza.

Lo spazio commerciale, interamente dedicato alle opere ceramiche, inaugurerà sabato 1 dicembre e rimarrà aperto fino al 24 dicembre compreso (giorno in cui si terrà il consueto concerto di Natale del gruppo Ottoni della scuola di musica “Sarti” di Faenza). In questi 24 giorni di apertura I visitatori potranno acquistare le creazioni dei 29 ceramisti presenti all'interno del negozio, creazioni di ceramica artistica e artigianale di qualità, tra tradizione e contemporaneità, con tante idee per un regalo o un pensiero creativo, unico, fatto a mano a Faenza da figure ormai rinomate nel vasto mondo della ceramica, tra cui figurano i nomi di Fosca Boggi, Paola Laghi, Elvira Keller, Maria Antonietta Mazzoti, Elvira Keller , Mirta Morigi e molti altri.

Come nella prima edizione, sarà la Riunione Cattolica Torricelli (associazione con cui Ente Ceramica Faenza ha condiviso in questi anni eventi e iniziative) a collaborare come partner dell'iniziativa. In particolare, sabato 1 dicembre, verrà riproposta la tradizionale asta di opere d'arte ceramiche, volta a finanziare ulteriormente le attività dell'Ente stesso, oltre ovviamente a quelle del temporary shop.

Infine, quest'anno l'iniziativa verrà realizzata anche grazie alla collaborazione con il progetto “Elatan, l'albero capovolto di un mondo al contrario per artisti sott'insù”,realizzato da Albisola Superiore, città ligure parte di Aicc (Associazione italiana città della ceramica). Un progetto, in capo all'associazione culturale e ricreativa “Officina 900” di Albisola Superiore, nato dall'idea di creare un'installazione artistica ceramica nel periodo natalizio ad Albisola Superiore in particolare, per il Natale 2018, sono state coinvolte anche le città di Faenza e Nove (Vicenza). A cura dell'artista Gabriele Resmini (alias Mr Corto Clasti), l'installazione ad Albisola Superiore prevede la realizzazione di un albero di Natale capovolto (Elatan), costruito in ferro e piastre di ceramica e di forma triangolare.

(Annalaura Matatia)