Imola. Inizio delle festività natalizie per la giunta pentastellata, buona la prima. Il 1° dicembre in piazza Matteotti c'erano parecchie persone per l'accensione dell'albero ecologico con accanto l'orsacchiotto, che ha avuto subito un enorme successo, e il presepe. Dopo la benedizione del vescovo Tommaso Ghirelli che ha sottolineato come “siete stati tempestivi. Nella Bibbia i profeti sono come luci in una nottte oscura”, è toccato alla sindaca Manuela Sangiorgi che ha azzardato rivolgendosi ai bambini accanto ai loro genitori: “C'è qualcuno di voi che pensa di fare a Natale un regalo non solamente materiale?” trovando pronto un piccolo che ha risposto “del tempo per stare con i nonni”. Da lì, la sindaca ha preso lo spunto per ricordare: “I periodi di Natale e Capodanno sono brutti per chi si trova a passarli in solitudine, state con le persone sole e non solamente sui social network”.

Poi le foto sotto l'orsacchiotto della Sangiorgi con buona parte della giunta, in testa il vicesindaco Patrik Cavina che nell'occasione ha sfoderato la cravatta, Claudio Frati, l'attivissima Ina Dhigmjni e alcuni consiglieri comunali del Movimento 5 stelle. Nella piazza, a pochi metri fra i rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio e dell'artigianato anche il vicepresidente del consiglio comunale Pd Fabrizio Castellari.

La magia delle nuove luminarie ha fatto da filo conduttore a un percorso di intrattenimento, mentre accanto all'albero è stata collocata la Buchetta gigante per le letterine a Babbo Natale. La cerimonia è stata accompagnata dalle Note di Natale dei cori dell'Oratorio di San Giacomo, in collaborazione con le scuole di Imola, Vocachildren e Santiago's. Infine, sono state accese le videoproiezioni architetturali a tema natalizio sulla facciata del Palazzo comunale.

 
(m.m.)