Imola. Il comitato “Vediamoci chiaro” fa un appello alle forze politiche del Movimento 5 stelle e del centro destra (ora all'oposizione con due gruppi, la Lega e Patto per Imola, ndr) per supportare l'azione del comitato per la chiusura della discarica Tre Monti e per costruire un nuovo modello industriale per la gestione dei rifiuti urbani.

“Chiediamo semplicemente di perseguire gli obiettivi che il Movimento 5 stelle e il centro destra si erano dati nel loro programma elettorale che come comitato abbiamo supportato appoggiando iniziative e presenziando con i nostri tecnici – scrivono quelli di “Vediamoci chiaro” -. Per perseguire senza rimpianti ogni strada legale possibile serve che i vertici del Movimento 5 stelle e del centro destra a Roma, e in Regione, facciano sentire la propria voce con azioni come interrogazioni parlamentari o comunicazioni agli organi di stampa. Non si tratta di dire No e basta ma dire Sì ad una nuova gestione, dire Sì a controlli approfonditi e condivisi (scientificamente e metodologicamente) su aspetti ambientali e sanitari. Investire per una nuova industria del recupero e non sprecare denaro pubblico per il mero smaltimento. Evitare di continuare a porre a rischio la salute dei cittadini che vivono vicino alla discarica”.

Il comitato “Vediamoci chiaro” chiede unità e sostegno, vero, subito. “Questa azione scade il 20 dicembre, giorno dell'udienza al Consiglio di Stato. Dopo non servirà – conclude il comitato -. Partiamo come sempre dal basso, da Imola per far sentire a Roma che la città è viva è concreta e vuole cambiare. La parte tecnica è stata fatta, e con sacrifici personali ed economici dei tecnici, e con i legali che hanno già ottenuto la sentenza favorevole del Tar. Adesso è la compagine politica che deve attivarsi e svolgere il ruolo che le compete. Ogni rimpianto potrebbe costare caro”.