Faenza. A seguito del superamento (per tre giornate consecutive) dei limiti dei valori di Pm10 consentiti, come già avvenuto nei giorni scorsi in altre aree dell'Emilia Romagna verranno attivate, a partire da domani venerdì 7 dicembre fino a lunedì 10 compreso, le misure di emergenza previste nell'ordinanza n. 24/2018, da attuarsi a seguito delle verifiche effettuate da Arpa riguardanti la presenza di polveri sottili nell'atmosfera.

In particolare, queste misure “riparatrici” prevedono l'ampliamento della limitazione della circolazione (dalle ore 8.30 alle 18.30) per tutti i veicoli diesel Euro 4, la riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a un massimo di 19°C nelle case, nonchè negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali (fatta eccezione per gli ospedali, le strutture e case di cura, e le palestre), il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, di combustioni all'aperto, anche relativamente alle deroghe previste nel decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco, mentre tutti I veicoli non potranno asolutamente sostare col motore acceso.
Sarà inoltre vietata la dispersione di liquami zootecnici con iniezione diretta al suolo.
Infine, è importante sottolineare che tutte queste misure resteranno in vigore fino al primo giorno di aggiornamento del bollettino di Arpae, e verranno prorogate nel caso i livelli rimangano comunque superiori alla soglia.

(Annalaura Matatia)