Imola. Venerdì 21 dicembre al teatro “Ebe Stignani” alle 21 si esibirà l'Orchestra della Toscana, diretta da Daniele Rustioni, con la straordinaria Beatrice Rana (nella foto), pianista giovanissima ma già tra le più quotate al mondo, un vero talento che risplenderà a poche notti dal Natale, con brani di Mozart, Schumann e Rachmaninov.

Il programma scelto si basa su uno dei brani più belli e complessi della storia del pianoforte classico, il concerto in la minore per pianoforte op.5 di Robert Schumann, brano che l'artista tedesco impiegò ben 5 anni a comporre. Il resto dell'esibizione sarà interamente dedicata alla potenza e alla versatilità dell'Orchestra della Toscana, con la Sinfonia n.2 di Rachmaninov e l'Ouverture delle nozze di Figaro di Mozart.

A soli 24 anni, la pianista Beatrice Rana ha già ottenuto l'apprezzamento e l'interesse di associazioni concertistiche, direttori d'orchestra, critici e pubblico di numerosi Paesi, riuscendo a imporsi sulla scena internazionale. L'anno 2017 resterà sicuramente una pietra miliare nella sua carriera, per la pubblicazione di un Cd con le Variazioni Goldberg (Warner Classics) con cui ha ottenuto critiche entusiastiche in tutto il mondo musicale e grazie al quale ha vinto un Gramophone Award nella categoria “Young Artist of the Year”.

L'Orchestra della Toscana, formata a Firenze nel 1980 per iniziativa della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze, è diventata Istituzione Concertistica Orchestrale per riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo già nel 1983, durante la direzione artistica di Luciano Berio. Composta da 44 musicisti, capaci di suddividersi anche in agili formazioni cameristiche, l'Orchestra realizza prove e concerti, poi distribuiti in tutta la Toscana, nello storico Teatro Verdi di sua proprietà. Le esecuzioni fiorentine sono trasmesse su territorio nazionale da Radio Rai Tre e in regione da Rete Toscana Classica.