Si è tenuta oggi (giovedì 20 dicembre) a Roma l'attesissima udienza di fronte al Consiglio di Stato per decidere le sorti del ricorso presentato dalla regione Emilia-Romagna e Herambiente nella nota vicenda della sopraelevazione della discarica Tre Monti di via Pediano a Imola.

Il Comune di Imola, rappresentato dall'avvocato Silvia Gotti di Bologna, era entrato direttamente nella contesa due mesi fa con una memoria passando dalle parole ai fatti concreti.

Il Consiglio di stato aveva già bocciato la richiesta di sospensiva avanzata dai ricorrenti nel maggio scorso rappresentando che il mancato utilizzo della discarica non era un motivo sufficiente per disattendere la sentenza del Tar felsineo. Assise dove i comitati antidiscarica e Legambiente Imola-Medicina avevano avuto la meglio portando a casa una sentenza netta sull'illegittimità della procedura adottata.

Ora non rimane che attendere l'esito definitivo che arriverà fra la fine gennaio e metà febbraio prossimi. Nel frattempo la discarica rimane chiusa.

(Verner Moreno)