Dozza. Firenze, Venezia, Roma? Dimenticatele! Se cercate luoghi autentici e ricchi di fascino Dozza è quello che fa per voi. L'autorevole consiglio di viaggio arriva dal sito della celebre rivista “Forbes”  attraverso una delle sue collaboratrici, Irene S. Levine, che ha scritto in passato altri contributi legati al territorio bolognese.

Naturalmente quella sulle celebri città d'arte italiane è una provocazione. Sebbene le consideri troppo turistiche, la giornalista ammette che Firenze, Venezia e Roma devono essere visitate almeno una volta nella vita. Tuttavia, indica tre piccole città come mete ideali per chi è in cerca di angoli d'Italia che hanno conservato autenticità, fascino e sapori indimenticabili. La prima di queste (le altre sono la pugliese Galatina e la toscana San Gusmè) è proprio Dozza, indicata come “uno dei borghi più belli d'Italia” e “museo vivente”. Apprezzatissime la struttura medievale e le opere d'arte dipinte sui muri, ma anche la presenza dell'Enoteca regionale e la possibilità di gustare prodotti alimentari tipici, come piadina e formaggi, nei ristoranti del luogo.

“Ci fa piacere questa conferma internazionale per Dozza – dichiara il direttore di IF Imola Faenza Tourism Company, Erik Lanzoni -. L'aumento dell'interesse per le mete del nostro territorio è frutto delle azioni promosse in sinergia con Bologna Welcome e con la destinazione Turistica Bologna Metropolitana”.

Ecco il link per leggere l'articolo “3 Unforgettable, Under-The-Radar Towns in Italy”: https://www.forbes.com/sites/irenelevine/2019/01/05/3-unforgettable-under-the-radar-towns-in-italy/#59928ec6a02a