Imola. Ama molto i suoi cani tanto da lasciarli senza guinzaglio dove non si può, ma poi si accanisce e picchia una donna. Il protagonista di un gesto inqualificabile, è un 58enne italiano domiciliato a Imola che, è stato denunciato per aver preso a pugni, nei giorni scorsi, una 57enne imolese che aveva “rimproverato” i suoi due cani razza “Bull Terrier” nel parco pubblico adiacente a via Respighi.

In particolare, la donna, mentre stava passeggiando col suo cane al guinzaglio, come previsto dal regolamento comunale in merito alla conduzione dei cani nei luoghi pubblici, era stata improvvisamente raggiunta dai due “molossoidi” di colore bianco sprovvisti di guinzaglio che, dopo essersi fermati a breve distanza, avevano iniziato a ringhiare contro il suo “Shiba Inu”, una razza canina di taglia media.

Nel tentativo di allontanare i due “Bull Terrier” ed evitare ulteriori conseguenze, la donna è stata improvvisamente “attaccata”, non dai due “temibili” cani, ma da loro padrone che trovandosi in zona e avendo assistito alla scena, non aveva gradito le sue rimostranze.

Così, dopo aver scansato i suoi due cani, il 58enne ha menato le mani mandando la donna al tappeto con un pugno al volto. Incredula da tanta cattiveria, la donna ha preso il cellulare e nel tentativo di chiedere aiuto al 112, è stata nuovamente attaccata, sempre dal padrone, che dopo averle strappato dalle mani il telefono glielo ha scaraventato a terra. A quel punto, l'uomo si è allontanato in compagnia dei suoi due cani che restavano liberi, senza guinzaglio, mentre la donna, dopo aver chiesto aiuto ai carabinieri, si è recata al Pronto soccorso dell'Ospedale di Imola per farsi medicare.

Il 58enne è stato individuato dai carabinieri e denunciato per lesioni personali, violenza privata e omessa custodia di animali.