Imola. Prima riunione precongressuale nel Pd di viale Zappi con i seguaci dei candidati nazionali in ticket Maurizio Martina e Matteo Richetti. Presenti una trentina di persone in una fredda serata di pieno inverno che non invogliava certamente a uscire, a tirare le fila del dibattito sono stati Selena Mascia (nella foto), Roberto Grementieri e Claudio Franceschelli. Nessun “big” per ora, il senatore Daniele Manca, l'ex reggente Roberto Visani, i consiglieri regionali Roberto Poli e Francesca Marchetti non si sono fatti vedere anche se pare che del gruppo farà parte pure l'on. Bruno Solaroli presidente dell'Anpi. Si tratta di “renziani” della prima e della seconda ora che a Imola hanno la possibilità di prevalere almeno fra gli iscritti che entro la fine di gennaio dovranno votare per “scremare” la rosa di sei candidati nazionali e scegliere i primi tre che si confronteranno alle primarie vere di inizio marzo che saranno probabilmente lo stesso Martina, Nicola Zingaretti e Roberto Giachetti. Il neosegretario del Pd di viale Zappi Marco Panieri si è fatto vedere chiarendo che non si schiererà ufficialmente con nessuno dei candidati nazionali e che andrà a salutare i rappresentanti di ogni componente predicando in ogni caso l'unità del partito davanti quest'anno a tre scadenze elettorali molto importanti: le elezioni europee, le amministrative in otto Comuni su dieci del Circondario (escluse Imola e Castel del Rio) e le regionali a novembre.

Ora tocca ai sostenitori di Nicola Zingaretti fra i quali ci sono l'on. Raffaello De Brasi, Pietro Taraborrelli, Marcello Tarozzi, Giacomo Gambi e un gruppo piuttosto numeroso. Poi sarà la volta di coloro che appoggiano Giachetti per il quale pare simpatizzino Pierpaolo Mega, Nino Gualandi e altri.

(m.m.)