Imola. “Meno spostamenti, più efficienza, una nuova collaborazione fra Camera di commercio e associazioni. Imola con oggi fa da apripista ad un modello che siamo sicuri agevolerà la vita delle imprese – ha dichiarato il presidente della Camera di commercio Valerio Veronesi – Ringrazio la sindaca Manuela Sangiorgi, e le associazioni per il supporto grazie al quale hanno consentito la realizzazione di questa nuova collaborazione a favore delle aziende”.

“Il positivo confronto e la comunione d'intenti tra la Camera di Commercio e le associazioni oggi firmatarie, caldeggiato e sostenuto dall'amministrazione comunale, porta al potenziamento ad Imola dei servizi camerali ed alla moltiplicazione dei punti di accesso – ha dichiarato Manuela Sangiorgi, sindaca di Imola, che ha così proseguito -. Un nuovo modello organizzativo che ci rende orgogliosi rappresentando un punto importante di integrazione tra pubblico e privato; maggiore fruibilità per le imprese del Circondario Imolese nell'accesso ai servizi della Camera di Commercio direttamente presso le associazioni di categoria”.

Il nuovo modello organizzativo prevede la possibilità per le imprese del Circondario Imolese di usufruire dei servizi della Camera di commercio direttamente presso le associazioni di categoria che hanno oggi sottoscritto nella sala Verde del Comune di Imola la convenzione che dal 1° febbraio cambia l'organizzazione dei servizi camerali.

Le imprese di Imola e dei Comuni del Circondario potranno tutti i giorni rivolgersi alle seguenti associazioni: Alleanza delle Cooperative Italiane Imola, Cia Imola, Cna Imola, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcommercio Ascom Imola, Confindustria Emilia Area Centro – Delegazione Imolese presso le quali troveranno dal 1° febbraio, grazie alla convenzione con la Camera di commercio: documenti necessari per l'esportazione extra Ue, per le imprese che non esportano abitualmente al di fuori dell'Unione Europea si attiva la possibilità di rivolgersi direttamente all'associazione di fiducia che curerà tutto l'iter con la Camera di commercio; per le imprese imolesi che hanno bisogno di più di 10 certificati di origine l'anno – che già attualmente richiedono on line tramite la piattaforma della Camera di commercio Cert'O – vi sarà ora la possibilità di ritirare i certificati e i visti per l'estero direttamente presso le associazioni aderenti alla convenzione, incaricandole di acquisire i documenti rilasciati presso gli uffici di Bologna della Camera.

Le imprese potranno rivolgersi direttamente presso le associazioni per ritirare certificati e visure del Registro Imprese e del Registro Informatico dei Protesti, documenti ufficiali che rendono trasparenti le informazioni aggiornate relative ai 6 milioni di imprese italiane; Informazioni sui servizi della Camera di commercio di Bologna: le imprese potranno rivolgersi direttamente presso le associazioni imprenditoriali aderenti e approfondire le opportunità, i contributi, i servizi che la Camera di commercio mette a disposizione delle aziende; la consegna di documenti alla Camera di commercio: nel caso in cui per legge o per comodità sia necessario consegnare dei documenti cartacei alla Camera di commercio le associazioni potranno svolgere tale servizio a favore delle imprese imolesi. Il riferimento è ad esempio dei depositi di marchi e brevetti, della richiesta di carte tachigrafiche, delle domande di cancellazione di protesti.

Il nuovo modello organizzativo sostituisce lo sportello della Camera di commercio presso la sala Miceti a partire dal 1° febbraio 2019.